Antiterrorismo, spettacolare arresto della polizia a Macomer

Il luogo dell'arresto, in fondo il furgone dal quale è stato estratto l'affiliato all'Isis

Agenti con i giubbotti antiproiettile e il passamontagna hanno estratto un marocchino da un furgone e lo hanno costretto a terra: l'uomo preparava un attentato

Macomer. Spettacolare azione di polizia questa mattina a Macomer. Nel pieno centro, al Corso,  i Nocs  con i giubbotti antiproiettile e i volti coperti da passamontagna hanno bloccato un furgone all 'altezza di Banca Intesa, e hanno fermato un uomo, costringendolo a terra.

Si è trattato di un blitz antiterrorismo. L'uomo, 38 anni, che sarebbe affiliato all'Isis, secondo quanto si apprende, era pedinato e monitorato da tempo nell'ambito di un'indagine delle digos di Nuoro e Cagliari, coordinate dalla Dda cagliaritana. Gli uomini dei Nocs hanno atteso che l'uomo uscisse di casa questa mattina per muoversi: quando l'uomo è salito a bordo di un furgone, i poliziotti lo hanno immobilizzato e arrestato prima che riuscisse a partire.

Prima di dare via all'operazione, alla quale hanno partecipato anche unità cinofile e gli uomini delle Digos di Nuoro e Cagliari, la Polizia ha bloccato l'intera zona per evitare che qualcuno potesse rimanere coinvolto nel blitz e che il presunto terrorista potesse fuggire.

I dettagli dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa in programma alle 15 alla procura nazionale antimafia e antiterrorismo in via Giulia a Roma alle 15 alla quale parteciperanno il procuratore nazionale Federico Cafiero de Raho e il capo dell'Antiterrorismo della Polizia Lamberto Giannini come trapela da fonti della polizia. L'arrestato è un marocchino che stava preparando un attentato.

L 'azione ha creato panico tra i tanti passanti e tra gli stessi clienti e dipendenti di Banca Intesa, che hanno chiuso l 'ingresso alla banca. Anche la polizia municipale ha partecipato bloccando il traffico.

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes