L’arte di GioFoe sbarca a Siniscola

Un dipinto murale nella via Conteddu partecipa a un concorso internazionale 

SINISCOLA. Classe 1988, bombolette “Montana 94” alla mano e tanta passione per l’arte sui muri degli spazi urbani. Da Siniscola ad Agropoli (in Campania), il giovane Giorgio Forlano punta a conquistare il pubblico di Artekeys 0.1, contest internazionale con premiazione odierna dedicato alla pittura, alla scultura, alle arti grafiche, alle installazioni e, appunto, alla urban e street art. «Siamo 65 artisti in totale, io sono l’unico sardo tra i quattro della mia categoria», spiega il trentunenne siniscolese.

GioFoe, questo il suo nome d’arte, parteciperà con il murale realizzato nei pressi del “saliscendi” di via Conteddu, in una facciata di via Regina Margherita. La sua opera muraria è una riproduzione del dipinto “Au pied de la falaise” realizzato da William-Adolphe Bouguereau nel 1886. Giorgio l’ha riportato in una parete di cinque per sei metri e mezzo. Solo con l’ausilio delle sue bombolette. Un lavoro curato nelle proporzioni e nei minimi dettagli, a cominciare dall’espressione della bambina dipinta. «Per fare un incarnato ci vogliono almeno trentasei colori. Lavorare in un muro con le bombolette non è come utilizzare la tavolozza, dove puoi mescolare. Qui devi fare una ricerca accurata». A Siniscola non è il suo unico murale. Un altro è ben visibile in via Roma, dove una ragazza emerge su uno sfondo vangoghiano.

«Vengo da una famiglia di pittori, ma io ho iniziato a dipingere solo dopo i vent'anni: pitture a olio, pastelli. È da poco che uso la bomboletta. Posso fare linee sottili o più grosse grazie all'ausilio delle caps, ma è sempre il dito che comanda».

Tra i suoi obiettivi quello di riqualificare diverse zone del paese: «Dovrei fare un altro murale in autunno. E mi piacerebbe dar vita a un contest di street art per abbellire il nostro paese». (m.p.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes