Nuoro, trasfusioni di sangue a giorni alterni: mancano i medici

Interrogazione del consigliere regionale Deriu, Pd, sul collasso del centro trasfusionale dell'ospedale San Francesco

NUORO. Il centro trasfusionale dell'ospedale San Francesco di Nuoro è al collasso. Da questa settimana le trasfusioni per i sessanta pazienti talassemici non saranno garantite con regolarità, ma a giorni alterni. La causa è la carenza di personale medico, denunciata più volte dagli stessi pazienti, che non permette loro di ricevere le cure necessarie.

Il primo a denunciare il disservizio con una interrogazione all'assessore della Sanità, è stato il consigliere regionale nuorese, Roberto Deriu (Pd). Ma dalla Regione finora non è arrivata alcuna risposta. «Abbiamo chiesto all'assessore se fosse a conoscenza della grave situazione in cui versa il centro trasfusionale del San Francesco e quali azioni intendesse porre in essere per garantire il diritto alla salute dei pazienti. L'abbiamo interrogato quasi un mese fa, da allora nessuna risposta», conferma Deriu.

«È da tempo - spiega l'esponente dem - che rimarchiamo la necessità di un immediato ampliamento dell'organico, chiedendo all'assessore se siano previsti concorsi per adeguare l'organico alle necessità dei pazienti. Ma più passa il tempo più la situazione si aggrava. Ci aspettiamo immediate risposte dalla Giunta e dall'assessore in persona. È in gioco - avverte Deriu - la vita dei pazienti». (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes