Viabilità rurale e ambiente valorizzati con “Lavoras”

Lodè utilizzerà il finanziamento regionale a sostegno dell’occupazione Saranno ripristinate le strade interpoderali e ripulite le cunette dalla vegetazione

LODÈ. Il commissario straordinario Mario Carta ha approvato l’attività progettuale e previsione di spesa di interventi di valorizzazione e messa in sicurezza del patrimonio ambientale, incremento del patrimonio boschivo e ripristino di alcune strade ricadenti in agro del Comune. Si tratta di lavori molto attesi dalla comunità, in particolare dalla persone che lavorano nei campi in una realtà dove l’attività lavorativa prevalente è quella agro-pastorale. C’è comunque anche l’interesse rivolto alle grandi risorse naturali e ambientali che costituiscono una ricchezza importante.

Nell’ambito di questo contesto rientra quindi l’attivazione del cantiere Lavoras. Si tratta di cantieri regionali finalizzati all’occupazione. Gli interventi previsti, in particolare, riguardano la ripulitura della vegetazione esistente nelle cunette e ripristino delle strade interpoderali. Sono due operazioni mirate al raggiungimento di importanti obiettivi, così sintetizzati dal responsabile dell’Ufficio tecnico comunale Francesco Farris. Il primo «È la percorribilità del territorio che è un elemento assolutamente indispensabile per lo svolgimento delle attività rurali, tanto più quanto si presenta aspro e la viabilità è indispensabile a garantire condizioni di lavoro adeguate dal punto di vista sociale, economico e imprenditoriale».

Il secondo «È di carattere ecologico e forestale perché permette l’eliminazione di una parte della biomassa vegetale, presente ai lati delle strade, che nel periodo invernale impedisce il normale deflusso delle acque e nel periodo estivo è fonte di innesco per possibili incendi. L’intervento è pertanto da intendere quale lavoro di prevenzione che si attua per buona parte nell’area di interfaccia urbana, e riprende e prosegue le cure operate durante il precedente finanziamento».

A sostegno del cantiere ci sono i fondi regionali per poco più ci 56mila euro, ai quali si aggiungo i 5mila euro di cofinanziamento comunale. Il passaggio tecnico è stato già compiuto, con la delibera e i pareri di copertura finanziaria conseguenti. Il settore tecnico del Comune sta predisponendo tutti gli atti necessari e il cantiere tra breve potrà partire. Entro breve quindi le attività potranno cominciare, con grande soddisfazione sia per i lavoratori delle campagne, peraltro i maggiori fruitori della viabilità rurale, che per gli amanti della natura ai quali saranno riconsegnati percorsi più agevoli per le escursioni una zona di grande interesse ambientalistico.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes