Oliena investe sulle strade rurali

Da Pededdu alla Valle di Lanaitho e Pappalope: l’amministrazione Congiu mette mano alla viabilità

OLIENA. «Abbiamo sempre ritenuto importante migliorare la viabilità extraurbana rurale ai fini di una più attenta fruizione agricola ma anche turistica del territorio». La soddisfazione del sindaco Sebastiano Congiu è evidente. In questi giorni, infatti, sono in corso diversi lavori sulla viabilità rurale, grazie ai cantiere comunali e all’intervento, in alcuni casi, dell’Agenzia Forestas. Gli interventi hanno avuto inizio prima del periodo di emergenza Covid sulla strada di Pededdu. «Un’arteria importante e ricca di coltivazioni ma divenuta nel tempo impraticabile – spiega l’assessore comunale all’Agricoltura e all’ambiente Antonio Congiu –. Si è proceduto ad una potatura delle siepi, che in diversi casi impedivano totalmente il transito dei mezzi, poi la pulizia, la preparazione del fondo e la posa in opera del calcestruzzo per l’intera lunghezza della strada».

Dopo la pausa forzata causa lockdown si è ripreso a ranghi serrati per recuperare almeno una parte del periodo perduto. Sono continuati gli interventi di sistemazione della viabilità sulla strada di Neosula, molto importante anche per la presenza di una fontana d’acqua limpida, divenuta quasi inaccessibile nel tempo. Strada molto importante anche in chiave sicurezza e rischio incendi. In questo caso è stata fondamentale la collaborazione dell’Agenzia Forestas. In una prima fase si è proceduto alla pulizia delle fasce laterali e alla sistemazione del fondo. In seguito alla posa in opera del calcestruzzo.

«La proficua collaborazione con Forestas – aggiunge l’assessore comunale ai Lavori pubblici Gianluigi Mula – ha permesso di sistemare anche l’unica strada di accesso alla Valle di Lanaitho, in vista della riapertura della stagione turistica iniziata proprio in questi giorni. È stato rifatto il fondo con oltre 200 metri quadrati di materiale». Altri interventi su un’arteria di interesse turistico si sono effettuati lungo la strada che porta a Maccione. Interventi, in questo caso, che sono in fase di completamento. A Maria Lampis, nella strada che conduce verso il depuratore e diversi e importanti altri terreni agricoli, è stato sistemato un tratto del manto stradale con la posa in opera del calcestruzzo. «In questi ultimi giorni sono stati portati avanti altri interventi» dice ancora il sindaco Congiu. Nella strada di Suttamonte, arteria fondamentale che si collega alla statale 129 e che da quasi vent’anni non godeva di manutenzione, sono stati posati altre 100 mq di calcestruzzo. Nella strada di Pappalope sono stati sistemati alcuni punti nei quali la viabilità era quasi compromessa. «Gli interventi continueranno nei prossimi mesi in varie zone dell’agro» annuncia l’assessore ai Lavori pubblici Mula. Il primo interesserà la strada di Su vegliu, arteria fondamentale che collega la Ss 129 alla Sp 46. «Dobbiamo sottolineare con soddisfazione come spesso sia stata importante e preziosa la collaborazioni di vari frontisti – interviene l’assessore all’Agricoltura e all’ambiente Congiu –. Lo spirito di collaborazione è anche quello che ha decretato il successo del bando per le strade vicinali chiuso nei giorni scorsi». Un bando studiato nei dettagli per concretizzare e ottimizzare le risorse, semplificare le procedure ed evitare sprechi di tempo e denaro sia per il Comune che per i privati. Sono arrivate ben 28 richieste, da altrettanti gruppi di frontisti. Oliena aspettava da tanti anni un’azione del genere, visto lo stato di abbandono in cui versano da tanto le strade rurali. Ora finalmente è arrivato. È un altro passo in avanti per tutta la viabilità del territorio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



WsStaticBoxes WsStaticBoxes