Troppi incidenti, appello della Polstrada

Il comandante Leo Testa: «La distrazione e l’uso di smartphone durante la guida sono le insidie più pericolose»

NUORO. Attenzione, cautela e responsabilità. Sono le parole chiave per una estate sicura sulle strade del Nuorese, come pure dell’Ogliastra, delle Baronie e del Marghine-Planargia. Tre parole salvavita che il comandante della Polizia stradale del capoluogo barbaricino, Leo Testa, ripete senza risparmio alcuno pur di far arrivare ovunque il suo accorato appello. «Uno dei principali nemici della sicurezza stradale – sottolinea a chiare lettere – è sicuramente la distrazione, che oltre che dagli smartphone è sempre più un’insidia legata agli strumenti elettronici di bordo. Nonostante dal 2016 l’uso di alcool e droga sia diventato aggravante per i reati di omicidio e lesioni stradali, i due fenomeni permangono stabilmente tra le cause di sinistro».

La maggior parte degli incidenti registrati nell’ultimo mese a Nuoro e dintorni, infatti, sono dovuti principalmente a distrazione durante la guida, dal mancato rispetto della distanza di sicurezza e dalla velocità non commisurata alle condizioni della strada. «Con la ripresa della circolazione sulle strade sarde – spiega ancora Testa –, l’arrivo dei turisti e le alte temperature del mese in corso, sono stati registrati i primi incidenti gravi nel Nuorese, per fortuna senza vittime». L’allerta resta perciò alta e la prudenza non è mai troppa. Per se stessi, ma anche per gli altri, senza dimenticare mai che, soprattutto in questo periodo, ci sono in giro tante persone che non conoscono affatto la conformazione delle strade del Nuorese. Tant’è vero che la Polstrada di via Ugolio in questo primo mese di riapertura della circolazione, segnala come preoccupanti, anche in prospettiva dell’arrivo dei turisti per il mese di agosto, i dati relativi alla contravvenzione della guida in stato di ebbrezza alcolica (ben 47 casi), del mancato rispetto dei periodi di guida e riposo dei mezzi adibiti al trasporto di persone o di cose e della mancata assicurazione obbligatoria degli auto/motoveicoli (27 casi). «Sono stati rilevati, inoltre – rimarca il comandante della Stradale di Nuoro –, comportamenti e abitudini negative che possono diventare pericolosissimi, nei periodi di intensa circolazione sulla rete stradale, quali le soste non segnalate con il triangolo nelle piazzole di emergenza, il mancato utilizzo dei giubbotti ad alta visibilità o comportamenti non prudenti, come il lasciare le portiere aperte durante la sosta ovvero consentire che gli occupanti del veicolo scendano dall’auto senza i necessari accorgimenti». «Importantissimo poi il rispetto della normativa sull’utilizzo degli apparati cellulari ed evitare ogni distrazione dalla guida» ribadisce Leo Testa. L’appello della Polizia stradale è, quindi, di «adottare sempre la massima attenzione e cautela alla guida poiché, oltre ai nostri comportamenti, rilevano sempre quelli degli altri utenti della strada, in questo periodo complicati dalle alte temperature e dal traffico».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes