Gavoi, al Gusana il raduno delle canoe

Sabato 5 e domenica la quarta edizione dell’evento tra sport e ambiente

GAVOI. Continua con un altro fine settimana all’insegna dello sport, la programmazione di eventi gavoese che consolida una strada già percorsa a favore della promozione turistica e della valorizzazione della risorsa ambientale legata allo specchio lacustre del Gusana. Il 5 e 6 settembre infatti saranno le canoe le protagoniste assolute, con la quarta edizione del Gusana Canoa Raduno, evento organizzato a più mani da amministrazione comunale, associazione turistica Pro Loco, federazione italiana canoa kayak delegazione Nuoro, in collaborazione con l’Asd Kayak Rio Posada P.Tepilora e Enel Green Power. In programma la possibilità per i partecipanti di imparare i rudimenti nell'utilizzo del kajak, con gli istruttori della Federazione Nazionale, di fare escursioni anche in notturna per la serara di sabato. «Proporremo escursioni adatte a tutti – afferma Stefania Demuru, responsabile nuorese di Federcanoa – con l’affiancamento di tecnici federali che formeranno gli escursionisti mentre faranno la loro esperienza in un contesto ambientale di grande bellezza». Assieme allo sport anche degustazioni e musica con il secondo dell’evento Internos Music Live, e la presentazione del disco omonimo di Ilienses, di Mauro Medde e Natascia Talloru con la partecipazione del Tenore Murales di Orgosolo. Inoltre per tutto il fine settimana sarà possibile visitare il museo del Fiore Sardo. Il programma del raduno prevede due escursioni la mattina e due escursioni il pomeriggio per gli adulti, con un'escursione in notturna il sabato, mentre alle 15 di sabato e domenica l’escursione sarà dedicata al battesimo della pagaia per i bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. «Il lago di Gusana rappresenta la cornice ideale per la pratica della canoa – sottolinea Gian Mario Pira, consigliere delegato allo Sport – a livello amatoriale, escursionistico e agonistico e la struttura del Porticciolo, che in questi anni siamo riusciti a rilanciare, può fungere da base di partenza per il turismo sportivo, ambientale e escursionistico». «L’evento compie quattro anni – aggiunge il vice sindaco Enrico Mura – in un momento in cui lo sport la fa da padrone sul Lago e va ad arricchire un programma estivo ricchissimo nonostante le grandi difficoltà organizzative dovute al Covid19. L’obiettivo della nostra amministrazione era infatti fin dal 2015, quello di rivitalizzare l’attività sportiva sul Lago». Il 13 settembre infine sarà la volta del grande evento Triathlon del Gennargentu.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes