Orgosolo, anche alcuni bambini positivi: il sindaco vuole test a tappeto

Tra i 18 contagiati nel paese barbaricino ci sono anche alcuni bimbi in età scolare. Deledda: «Esami sierologici per tutti gli alunni prima del ritorno tra i banchi»

ORGOSOLO. «Spesso si sente dire che sono più protetti rispetto agli adulti, ma a noi non risulta affatto: tra i 18 residenti positivi al Covid, ora in quarantena, per un totale di 60 persone in isolamento domiciliare, ci sono anche bambini che presto dovranno tornare a scuola. Per questo, da sindaco, chiedo che prima che aprano le scuole, i test sierologici li facciano anche ai bambini, non solo agli insegnanti. Perché altrimenti rischiamo di avere tantissimi problemi». Il sindaco di Orgosolo Dionigi Deledda è preoccupato, e non lo nasconde, ma stavolta più di altre è deciso a parlare senza tanti giri di parole. Perché, spiega, ne va della sicurezza del paese che amministra, della salute dei suoi 4200 residenti, e di tutte le altre persone che ruotano loro intorno.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes