Consorzio di bonifica in assemblea

Oggi i quindici delegati voteranno la mozione di sfiducia a Solanas

TORTOLÌ. Quest’oggi si terrà l’assemblea dei 15 componenti del consiglio dei delegati del Consorzio di bonifica Ogliastra (vi fanno capo 12 Comuni) che dovranno votare sulla mozione di sfiducia al presidente Andrea Solanas, che è stata protocollata lo scorso 28 luglio da 8 membri dello stesso consiglio dei delegati. Solanas è stato eletto il 30 gennaio. Considerati i cambiamenti verificatisi, al di là di pressoché impossibili mutamenti, il presidente dovrebbe riuscire restare in sella con 8 o 9 voti su 15.

Vincenzo Cannas, uno dei firmatari della mozione di sfiducia, è stato dichiarato decaduto nella prima decade del mese in corso. Alla riunione che era stata convocata domenica 23 agosto per decidere sulla sfiducia a Solanas, quando gli otto firmatari erano pronti a votare per farlo andare a casa, lo stesso presidente aveva annunciato che per Solanas e il suo gruppo doveva essere valutata la posizione di uno dei firmatari della mozione di sfiducia, Vincenzo Cannas, che poteva trovarsi in conflitto di interessi con lo stesso ente territoriale. Per questo motivo la mozione non era stata votata. Il consigliere dichiarato decaduto e i suoi colleghi rimasti “fedeli alla linea della sfiducia” hanno già annunciato ricorso alla Regione e anche per via legale contro le iniziative del presidente Solanas e del Consorzio di bonifica. Ma questa mattina, dunque, la mozione di sfiducia nei confronti del presidente non dovrebbe passare.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes