Respinta la mozione di sfiducia al presidente

TORTOLÌ. Non è passata, ieri mattina, nell’assemblea del 15 membri del consiglio dei delegati del Consorzio di bonifica Ogliastra, la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Andrea Solanas,...

TORTOLÌ. Non è passata, ieri mattina, nell’assemblea del 15 membri del consiglio dei delegati del Consorzio di bonifica Ogliastra, la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Andrea Solanas, che lo scorso 28 luglio era stata protocollata da otto componenti dello stesso consiglio. In nove hanno votato contro, mentre i sei “fedeli alla linea della sfiducia” hanno fatto mettere agli atti un documento con cui considerano viziati di illegittimità gli atti a partire dal 23 agosto, e hanno abbandonato i lavori, non partecipando al voto. In poco meno di due mesi i rapporti di forza in seno al consiglio dei delegati sono cambiati, dopo che Vincenzo Cannas, tra i presentatari della mozione, due settimane fa è stato dichiarato decaduto ed è stato surrogato con Giampietro Doa, schieratosi con il presidente. Così come un altro dei firmatari della stessa mozione di sfiducia, Alessandro Chiai. Fra l’altro, il consigliere dichiarato decaduto e i suoi sei colleghi che ieri hanno presentato un documento, uscendo dall’aula senza partecipare alla votazione, hanno già annunciato ricorso alla Regione e anche per via legale, contro le iniziative del presidente Solanas e della sua maggioranza. (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes