Rete colabrodo a Siniscola il sindaco attacca Abbanoa

«Tubazioni che si rompono di continuo, fogne fuori uso e riparazioni fatte male» Farris chiede all’Egas di intervenire per le inadempienze del gestore idrico

SINISCOLA. Situazione disastrosa a Siniscola per quanto riguarda la rete idrica e fognaria. Non passa giorno infatti che agli uffici del Comune non arrivi qualche segnalazione relativa a perdite o cedimenti del manto stradale e nemmeno in una strada ad alta densità di traffico come via Conteddu, il gestore idrico riesce a porre fine ai disagi segnalati dagli automobilisti e dalle forze politiche di maggioranza e opposizione. «Da mesi segnalo ad Abbanoa di sistemare il pozzetto in via Conteddu – dice il sindaco Gianluigi Farris –. Qui a causa di una perdita ha ceduto il manto stradale e si creano quotidianamente problemi alla circolazione stradale. Ma è da tempo – continua – che chiediamo di ripristinare il tratto fognario che da mesi è scoperchiato tra via Sebastiano Satta e via Pascoli. Qui c’è anche il pericolo di una frana che possa coinvolgere più di un abitazione».

Secondo quanto conferma lo stesso sindaco, a Siniscola e nelle frazioni di la Caletta, capo Comino, Santa Lucia e San Narciso, ci sono decine di perdite idriche a cui malgrado le tempestive segnalazioni non è stato dato seguito. «Il problema – prosegue Farris – è che malgrado in qualche caso si sia anche intervenuto, il guasto si ripresenta nuovamente nello stesso posto dopo poco tempo». Riparazioni fatte male quindi o probabilmente condotte obsolete che andrebbero rifatte ex novo, come nel centro storico dove Farris parla di un finanziamento ottenuto per sostituire tutte le tubature ma tutto ancora fermo alla fase progettuale. «L’inadeguatezza del gestore idrico – dice il sindaco – si evince anche dagli interventi sulle perdite. La riparazione del manto stradale viene fatta con uno strato di cemento e senza bitume con il risultato, che questo deteriorandosi va a formare delle buche e non vorremmo che tutto ciò, possa essere causa di incidenti con gravi conseguenze per automobilisti e motociclisti».

L’ultima nota critica del sindaco Farris riguarda il problema della potabilità dell’acqua. «A La Caletta quest’estate, senza che il Comune venisse nemmeno avvisato, c’è stato un disservizio sia nell’erogazione che nella potabilità dell’acqua, in un periodo delicato per l’economia turistica, ci sono stati gravi disagi per gli utenti. Noi ci siamo dovuti sobbarcare le giuste lamentele dei cittadini per un problema non certo creato da noi, Chiedo quindi a Egas di intervenire in maniera decisa nei confronti di Abbanoa affinché le criticità segnalate vengano immediatamente portate a soluzione».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes