Un cucciolo di allocco ferito salvato da una coppia di turisti

BOSA. Salvato da morte certa grazie alla sensibilità di una coppia di turisti e all’intervento di barracelli e Forestale. Un piccolo di allocco è stato ritrovato a bordo strada sulla Bosa-Alghero...

BOSA. Salvato da morte certa grazie alla sensibilità di una coppia di turisti e all’intervento di barracelli e Forestale. Un piccolo di allocco è stato ritrovato a bordo strada sulla Bosa-Alghero con un’ala spezzata. Ora è nelle mani degli esperti del centro di recupero della fauna selvatica di Bonassai, nella speranza che possa riprendersi e tornare in libertà il più presto dopo le cure necessarie.

A notarlo ieri mattina due turisti, all’altezza della zona di Tentizos, a qualche chilometro in direzione nord ovest da Bosa che lo hanno consegnato ad una pattuglia di barracelli in perlustrazione. Pare che questa specie, in sardo “sa tonca”, canti per annunciare il bel tempo. Forse il piccolo, che è stato subito visitato dal vice comandante dei barracelli di Bosa, Vittorio Urgu, veterinario di professione, potrà nuovamente farlo, dopo le cure al centro di recupero di Bonassai. «Lo hanno trasportato ieri pomeriggio gli agenti del corpo Forestale regionale di Bosa, a cui lo abbiamo immediatamente consegnato» ha spiegato il comandante dei barracelli Francesco Pinna. (al.fa.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes