A Urzulei sfida a due per il Comune

Elezioni: il sindaco uscente Arba si ricandida, dovrà vedersela con Mesina

URZULEI. Ennio Arba, che guida la lista civica “Sichimus paris po Orthullè”, sindaco uscente, 65 anni, dentista con studio a Tortolì, punta sulla riconferma. Nella corsa per la conquista del Comune viene sfidato da Battistina Mesina, 50 anni, docente alla scuola primaria, che capeggia l’altra civica in campo, “In Orthullé”. Il paese montano conta 1.172 residenti e 1.080 aventi diritti al voto.

Ennio Arba ricordache in questi anni ci si è impegnati tanto sul tema del lavoro: «Le nostre risorse – dice -–, la cultura, il territorio e la posizione hanno davvero tante potenzialità e noi dobbiamo saperle valorizzare. Il nostro impegno e la nostra competenza ci permetterà di creare nuove attività lavorative all’interno dei settori cardine che riguardano la comunità, come ad esempio quello agropastorale. La lavorazione e la produzione dei prodotti di carne suina sarà uno degli obiettivi con i quali si potrebbero creare nuove attività lavorative e nuovi servizi».

Un altro obiettivo è intercettare i fondi pubblici (Fondi europei) di cui possono beneficiare giovani agricoltori e giovani imprenditori. Consapevole che una solida economia turistica debba abbracciare diversi settori economici, Arba spiega che verrà dato il massimo supporto all’artigianato, alla pastorizia, all’agroalimentare, alla ristorazione e alle strutture ricettive». Il concetto di sviluppo sostenibile sarà quindi il principio ispiratore delle scelte urbanistiche che andranno a essere fatte.

«Gli obiettivi di fondo – fa rilevare invece Battistina Mesina – saranno quello della crescita del paese e dei suoi abitanti e l’innovazione, cui riservare un’attenzione particolare. Superare le differenze e le divisioni, promuovere la solidarietà e la collaborazione non significa solamente equità e giustizia sociale, ma anche una delle condizioni cardine per assicurare a1 territorio un fattore competitivo trascurato». L’agricoltura e l’allevamento sono ancora tra i settori strategici per uscire dalla crisi. Per questo «faciliteremo con ogni mezzo la distribuzione dei prodotti a Km zero, che oltre a garantire la loro qualità, garantiscono introiti maggiori per gli stessi produttori; e punteremo sulla promozione del territorio i in sinergia con il Gal». Per Mesina altri punti fermi sono la sicurezza, che è un diritto della comunità; «sviluppo urbanistico armonico, «riqualificare le vie, ci abbattere le barriere architettoniche, migliorare l’arredo urbano, illuminazione e segnaletica, lavori pubblici, la scuola e l’istruzione sono basilari, cultura, sport, turismo, tempo libero, associazionismo e volontariato, le politiche per una terza età dignitosa». (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes