Siniscola, operaio muore tamponando con il camioncino un Tir

La vittima dell'incidente, il 55enne Gianni Cherchi, lavorava per la ditta che si occupa della raccolta rifiuti

SINISCOLA.  Incidente sul lavoro con conseguenze drammatiche stamane 21 ottobre nella zona industriale di Siniscola. A perdere la vita un operaio della Derichebourg, Gianni Cherchi di 55 anni. L’uomo che lavorava da oltre vent’anni nella ditta che si occupa della raccolta differenziata dei rifiuti, si accingeva a bordo di uno dei mezzi che quotidianamente fanno il giro della cittadina a percorrere le vie della cittadina per raccogliere i rifiuti porta a porta. Per cause  ancora sconosciute, probabilmente un malore, che stanno cercando di appurare i carabinieri della compagnia di Siniscola,  si è scontrato violentemente con un rimorchio di un Tir che si trovava parcheggiato sulla strada.

L'incidente è avvenuto ad appena 200 metri dalla sede della ditta, in una della larghe arterie della zona industriale di Murtas Artas. L'urto violentissimo è stato aggravato dal fatto che il mezzo per la raccolta dei rifiuti ha la guida a destra e quindi l’autista, è rimasto schiacciato tra il volante e lo spigolo del rimorchio. Per estrarlo dalle lamiere, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno la sede a poche centinaia di metri di distanza, i soccorsi sono stati allertati immediatamente ma per Gianni Cherchi ormai non c’era più nulla da fare. Sul posto anche gli uomini dello Spresal.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes