Una borsa di studio dedicata a Piercy

Iniziativa dell’associazione di Bolotana intitolata al costruttore delle ferrovie

BOLOTANA. Una borsa di studio del valore complessivo di duemila e 500 euro per ricordare la figura e l’opera di Benjamin Piercy, l’ingegnere inglese costruttore delle ferrovie sarde e fondatore del villaggio montano di Badde Salighes, sui monti di Bolotana, dove, nella seconda metà dell’Ottocento, stabilì anche la sua residenza nell’omonima villa. Questa l’iniziativa promossa dall’associazione di Bolotana intitolata all’imprenditore inglese e presieduta da Mario Bussa.

La borsa di studio è diretta agli alunni dell’istituto comprensivo “Bachisio Raimondo Motzo” di Bolotana ed è divisa in due sezioni: una per le elementari e una per le medie. Gli alunni dovranno presentare un elaborato per ricordare la figura di Benjamin Piercy e, in particolare, il suo rapporto con la Sardegna e il suo ruolo nello sviluppo dei trasporti e dell’agricoltura legata all’azienda di Padru Mannu dai lui diretta. Verranno premiati i primi due elaborati degli alunni delle scuole elementari e delle scuole medie rispettivamente con 650 e 600 euro per ciascun corso scolastico.

“La traccia del tema – si legge in una nota dell’associazione – verrà formulata dagli insegnanti. Gli elaborati saranno consegnati in forma anonima. La commissione giudicatrice sarà composta dal dirigente scolastico, da due insegnanti e da un componente dell’associazione. La premiazione dei vincitori – conclude la nota – sarà fatta poco prima delle vacanze di natale. Gli elaborati, comunque, dovranno essere valutati entro il 18 dicembre 2020”.

A Benjamin Piercy, nato nel Galles nel 1829 e morto a Londra nel 1888, il 2 maggio 1882 il Comune di Bolotana conferì la cittadinanza onoraria. Il re Umberto I lo nominò commendatore della Corona d'Italia. Lasciò una cospicua eredità non solo nell’isola.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes