Comune e “Mai più violate” in prima fila

TORTOLÌ. Ieri, in occasione della Giornata internazionale della violenza sulle donne il sindaco Cannas ha ricordato che ancora oggi «dobbiamo confrontarci con tristissimi numeri aggravati dalla...

TORTOLÌ. Ieri, in occasione della Giornata internazionale della violenza sulle donne il sindaco Cannas ha ricordato che ancora oggi «dobbiamo confrontarci con tristissimi numeri aggravati dalla situazione di emergenza in corso: secondo i dati diffusi dall’Istat, in Sardegna durante il lockdown le richieste di aiuto al numero 1522 sono raddoppiate, così come le denunce; la Sardegna è seconda in Italia per numero di femminicidi». Ha precisato che a Tortolì c’è un grande alleato contro questa piaga, da ormai otto anni: il Centro Antiviolenza “Mai più violate”, presieduto da Anna Lisa Lai. «Un servizio – ha detto – che nel 2015 è entrato a fare parte della mappatura del numero di pubblica utilità 1522. Il centro offre, gratuitamente, in un ambiente che garantisce anonimato e riservatezza, sostegno psicologico, consulenza sociale e legale alle vittime di violenza in tutta l’Ogliatra. Questi i contatti: cellulare 345 0724180, e-mail centroantiviolenza2012@gmail.com». E ha rimarcato che a Tortolì è attivo dal 2018, su iniziativa della Procura di Lanusei «un protocollo di intesa per la promozione di strategie condivise per la prevenzione e contrasto della violenza si genere». (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes