Coronavirus, lo screening di massa il 6 e 7 febbraio nel Nuorese

Seconda tappa del progetto anti Covid "Sardi e sicuri": coinvolti nel monitoraggio 52 Comuni

NUORO. Dopo l'Ogliastra, la campagna di screening anti-Covid «Sardi e sicuri» prosegue nella provincia di Nuoro. La seconda tappa del progetto della Regione Sardegna, realizzato con la collaborazione del microbiologo e accademico dell'Università di Padova, Andrea Crisanti, il 6 e 7 febbraio coinvolgerà nell'attività di monitoraggio 52 Comuni.

Il target fissato punta a una partecipazione tra il 50 e il 65% degli abitanti complessivi ad esclusione dei minori sotto i 10 anni (circa l'8% della popolazione) per un numero di tamponi antigenici stimati tra 71mila e 98mila. Sono in corso - fa sapere la Regione - anche interlocuzioni con il territorio nell'area del Medio Campidano, dove lo screening potrebbe partire poco più tardi.

Nel Nuorese saranno circa 500 gli operatori in campo, tra medici, infermieri e amministrativi e tecnici informatici. «Continueremo nella strada che abbiamo segnato, mettendo in campo un modello che si è dimostrato efficiente ed efficace - dichiara il presidente della Regione, Christian Solinas -. Sul piano logistico e organizzativo il punto di partenza resta sempre il cittadino e le sue esigenze. I comuni non saranno accorpati, ma ci sarà almeno un'area per l'esecuzione dei test per ciascuno di essi, al fine di rendere più agevole a tutti la partecipazione». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes