Fondi per abbattere le barriere architettoniche

POSADA. Scadono il primo marzo i termini per partecipare al bando per realizzare opere atte ad abbattere le barriere architettoniche. Gli interessati possono inoltrare domande finalizzate alla...

POSADA. Scadono il primo marzo i termini per partecipare al bando per realizzare opere atte ad abbattere le barriere architettoniche. Gli interessati possono inoltrare domande finalizzate alla concessione di un contributo regionale in edifici privati ove risiedano o abbiano la dimora abituale i portatori di handicap con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti. La domanda dovrà essere inoltrata al Comune in bollo sull’apposito modulo scaricabile dal sito allegando un certificato medico attestante la limitazione funzionale o in caso di invalidità totale il certificato della commissione medica della Asl attestante la difficoltà a deambulare. Serve anche la dichiarazione sostitutiva dalla quale risulti l’ubicazione dell’abitazione, le difficoltà di accesso e le difficoltà legate alla fruibilità e vivibilità dell’alloggio. Nel caso il richiedente non sia il proprietario dell’immobile serve l’autorizzazione di quest’ultimo. Non potranno essere ammessi al contributo gli interventi in alloggi realizzati dopo l’entrata in vigore della legge regionale 13/89 e quelli in case di edilizia residenziale pubblica. Dopo la presentazione della domanda sarà effettuato un sopralluogo per verificare che le opere non siano già state eseguite o iniziate e che la spesa prevista sia congrua. Sarà data priorità a chi possiede il requisito di invalidità al 100% con difficoltà di deambulazione. La modulistica è disponibile al servizio di accoglienza del Comune e sul sito internet. (s.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes