Tresnuraghes Pasqua con lo screening Bosa sindaco polemico

TRESNURAGHES. Nel paese sull’altopiano della Planargia domenica mattina dalle 9.30 si terrà un ennesimo appuntamento per l’effettuazione dei tamponi che rilevano il possibile contagio da Covid-19....

TRESNURAGHES. Nel paese sull’altopiano della Planargia domenica mattina dalle 9.30 si terrà un ennesimo appuntamento per l’effettuazione dei tamponi che rilevano il possibile contagio da Covid-19. Questo dopo la notizia, arrivata anche in Comune, che tra il personale del plesso di via Cesare Battisti, che ospita i bambini e ragazzi dalla scuola dell’infanzia alle elementari, è stato riscontrato tra in servizio un caso di coronavirus.

Da qui la decisione di procedere, anche il giorno di Pasqua evidentemente in via eccezionale, al tampone che rileva la presenza del virus. Sia al personale che agli studenti, in modo da avere un chiaro quadro della situazione in un paese dove, dopo il picco di qualche mese fa, la situazione appariva sotto controllo.

Nella vicina Bosa, questi i dati forniti dal sindaco Piero Franco Casula, i casi di Covid-19 salgono da 15 a 18, e si è in attesa dell’arrivo dell’esito di altri tamponi. «Sia chiaro, sui 3 casi che si aggiungono ai 15 di cui ho dato notizia nell’ultimo comunicato, ho saputo non dalle autorità sanitarie. Continuo a chiedermi se questo sia possibile» tuona al telefono il sindaco Piero Franco Casula, che da settimane rimarca una sorta di corto circuito, anche in tema vaccini, sulle informazioni.

«È mai possibile che in altri centri della Planargia l’informazione arrivi puntuale mentre a Bosa ci siamo mobilitati per la logistica delle sedute di vaccinazione (da giovedì a sabato scorso) ma senza avere dati ufficiali sulle liste di vaccinazione?», si chiede polemicamente il primo cittadino.

Per quanto riguarda l’ospedale Mastino, queste le notizie fino al 31 marzo, salgono da 15 a 22 i casi di positività tra i ricoverati in Medicina, mentre un solo paziente risulterebbe negativo. Tra il personale invece i casi accertati di Covid-19 sono quattro, tutti riscontrati dopo aver fatto il vaccino. Da monitorare inoltre anche quanti sono stati dimessi nei giorni precedenti alla scoperta del focolaio.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes