Sentiero per il Corrasi, lavori terminati

Oliena, proseguono gli interventi per completare la rete escursionistica

OLIENA. Sono già a buon punto nel territorio di Oliena i lavori per i sentieri della rete escursionistica targata Regione Sarda ribattezzata “Progetto della rete escursionistica del Supramonte - Sentieri Oliena”. Iniziativa del servizio territoriale di Nuoro di Forestas diretto da Salvatore Mele che dipende da agenzia Forestas regionale guidata dal commissario straordinario Giovanni Caria, e con la collaborazione del Cai regionale presieduto da Matteo Marteddu. Salvatore Mele ricorda che «La rete escursionistica sarda è stata istituita con legge regionale che ha stabilito una governance e attribuito competenze ad agenzia Forestas e definito criteri tecnici non derogabili in merito alla rete dei percorsi escursionistici, Ciclo-escursionistici e ippoviari applicati in agro Oliena è stato incaricato il dottor Giuseppe Casula, locale direttore dei lavori. Il progetto di Oliena si pone l’obiettivo di inserire e potenziare la Res, sia per la valorizzazione e messa in rete degli attrattori ambientali e culturali dell’intero territorio e la migliore connessione tra gli ambiti costieri ed interni, nonché creare l’interconnessione con gli altri territori confinanti. Questo a beneficio della fruizione turistica e della salvaguardia ambientale. Sarà adottata la tipologia ufficiale del Cai così come descritta dalla delibera del consiglio centrale del Club Alpino Italiano». L'intervento è condiviso e progettato in stretto raccordo con il Comune di Oliena, nell'ambito dell'accordo di programma quadro per l'area di rilevanza strategica Sic Su Sercone. «Nell’area oggetto degli interventi – aggiunge Salvatore Mele – sono presenti caratteristiche strutture, purtroppo ora in stato di abbandono, che in passato ospitavano i pastori che esercitavano le loro attività nel Supramonte. I manufatti hanno tipologie costruttive diverse, a pianta tonda “Pinnettos” o rettangolare “Barracas”. Fondamentale è il prolungamento sino ad Oliena del sentiero più importante (il 401) che porta a Punta Corrasi. Con l’ampliamento partirà da “Su Carmene” per innestarsi a Sa Podda, sulla rete preesistente, e poi proseguire da “Su Punteddu” sul vecchio 401. I lavori su questo sentiero sono già completati: mancano solo gli ultimi 50 metri che attraversano una proprietà privata che ha dato il consenso verbale alla servitù di passaggio ma non ha ancora sottoscritto il nulla-osta formale. Altrettanto importante è il prolungamento, sino a “Su Gologone”, del sentiero 406 ed il suo collegamento, in vari punti, con la nuova rete di percorsi».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes