«Adesso basta, noi vogliamo lavorare»

Confesercenti in piazza, manifestazione davanti al palazzo della prefettura 

NUORO. Tre settimane di zona rossa, 21 giorni di chiusura per tutte quelle attività commerciali e servizi considerati non essenziali. Tanta è la preoccupazione che Confesercenti Nuoro-Ogliastra ha chiamato a raccolta gli operatori economici dei settori commercio, turismo e dei pubblici esercizi con l’intento di chiedere risposte a chi può far sentire la propria voce nelle sedi competenti. A decine si sono riversati sotto il palazzo della prefettura di via Deffenu per dire “basta” a una chiusura prolungata della quale in molti ancora si chiedono il perché. Una vera e propria manifestazione nella quale non sono mancati momenti di tensione ma se chiara è la solidarietà delle istituzioni, altrettanto lo sono le richieste di Confesercenti e operatori: «Il prefetto Luca Rotondi ha ricevuto una nostra delegazione ed è stato partecipe delle sofferenze delle varie categorie – racconta Gian Battista Piana, direttore provinciale di Confesercenti –, soprattutto dei problemi che stanno nascendo nelle famiglie a seguito delle chiusure prolungate. Anche al sindaco Andrea Soddu abbiamo chiesto l’abbattimento delle tasse di competenza comunale soprattutto di quella relativa ai rifiuti. Qualcuno dice che non si può fare, invece ci si può venire incontro soprattutto per quanto riguarda il tempo di chiusura, per il quale la tassa andrebbe ricalcolata in base al rifiuto prodotto, cioè zero. Questa azione non risolverebbe i problemi delle categorie ma sarebbe un segnale concreto di vicinanza». Sull’abbattimento della Tari per i commercianti nessuna risposta immediata ma nel palazzo civico si è deciso di organizzare un tavolo di lavoro che coinvolga, oltre l’amministrazione, un rappresentante per ogni settore produttivo e in cui si dovrà mettere nero su bianco proposte percorribili da sottoporre ai consiglieri regionali e ai parlamentari eletti nel territorio durante un’assemblea che sarà convocata a stretto giro dalla stessa amministrazione: «Il nostro impegno è e sarà sempre massimo nel fare tutto quanto di nostra competenza e possibilità – ha detto Soddu – ma anche nel sollecitare l’intervento di Stato e Regione per accelerare l’accredito dei sostegni economici promessi». L’assessora alle Attività produttive Eleonora Angheleddu: «L’unico modo per riuscire a ottenere risultati soddisfacenti è quello di stare uniti e mettere in campo una strategia comune. Siamo ben consapevoli che il benessere delle attività produttive è fondamentale per quello dell’intera comunità, la loro sopravvivenza deve interessare tutti». (a.me.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes