Jerzu riavrà presto un benzinaio

Bando del Comune per la realizzazione e la gestione di un impianto di distribuzione carburanti

JERZU. «Torneremo ad avere il distributore di benzina in tempi brevi». Era quasi perentoria l’affermazione del primo cittadino di Jerzu, Carlo Lai, all’indomani della cessazione del servizio di distribuzione carburante, nella centralissima Piazza Mereu, ai primi di ottobre del 2019. E se è vero che 20 mesi non sono certo un “tempo breve”, altrettanto vero è che da mercoledì 16 uno strumento in più per vedere realizzata la promessa del capo dell’esecutivo c’è: si tratta del bando di concessione dell’area per la realizzazione e la gestione del nuovo impianto che dovrà sorgere all’ingresso dell’abitato, lungo la via Josto Miglior. La procedura riguarda l’affidamento in concessione di tutta o parte dell’area di proprietà comunale, per una superficie complessiva pari a mq 1.585. Il valore presunto stimato per la concessione e per l’intera sua durata è di 3 milioni di euro, mentre l’importo a base d’asta su cui proporre il rialzo – relativo all’importo del canone annuale di concessione del comune – è quantificato in 500 euro. La concessione avrà una durata di trenta anni naturali e consecutivi, a decorrere dalla data del verbale di consegna.

Era gennaio quando Lai – durante l’opera di dismissione completa dello storico distributore, sul corso Umberto, con la conseguente bonifica e il ripristino dello stato dei luoghi nell’area su cui esso insisteva – sottolineava come, in realtà, l’iter per restituire presto agli jerzesi, e non solo, un servizio così importante per la comunità stesse procedendo spedito: «In soli dodici mesi dalla data di chiusura dell’impianto – aveva dichiarato – il Comune, a seguito della stipula di un atto di permuta con la Provincia di Nuoro, ha acquisito la piena proprietà dell’area che l’amministrazione ha individuato come idonea all’insediamento del nuovo distributore: l’area di Papapisu». Altro passaggio: il Comune saluta l’annus orribilis di Covid e lockdown, con la determinazione n. 652 del 31 dicembre 2020, con la quale viene affidato il servizio di supporto al “Responsabile unico del procedimento” individuando un professionista che possa provvedere alla stesura del bando per la concessione del diritto di superficie dell’area su cui sorgerà il nuovo impianto. Ora il bando c’è. «L’imprenditore che avrà più filo tesserà la tela», così Carlo Lai auspicando l’iniziativa e la volontà privata dell’imprenditore che ora, sola, potrà e dovrà cimentarsi in questa sfida in tempi brevissimi – il termine ultimo di ricezione delle offerte, infatti, è fissato per le ore 12 del 30 agosto 2021 e dovranno essere trasmesse esclusivamente sul portale SardegnaCat – per restituire a Jerzu e alla Valle del Pardu un servizio che esisteva «prima che arrivasse il motore a scoppio». Il tormentone dell’estate è, insomma, servito. Documentazione, bando, capitolato, schema di contratto e modello di domanda sono disponibile sul sito del Comune di Jerzu www.comunedijerzu.it e sulla piattaforma elettronica di SardegnaCat, www.sardegnacat.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes