Tornano sul palco danze e coreografie

Tra i protagonisti due nuoresi: Marco Serra e Annalisa Mingioni 

LANUSEI. Un “ritorno in scena” a passo di danza, dopo le vicende pandemiche Lanusei e Tortolì. A calcare le scene, a partire da ieri sera a Lanusei, due ragazzi trentenni, nuoresi doc, Marco Serra e Annalisa Mingioni, che si sono formati come danzatori e coreografi in Italia e all’estero. Tre serate, nel corso delle quali affiancati da altri quattro danzatori provenienti da altre regioni italiane hanno riaperto i teatri ogliastrini (il Tonio Dei e il San Francesco). A organizzare le serate l’associazione Contraddanza di Nuoro e il Centro studi danza Franca Pani di Lanusei. «Vorremmo – sottolineano i due giovani – che in Sardegna i giovani danzatori trovassero più spazi, più credito e quindi più opportunità per lavorare e per esibirsi. “Passi d’Ogliastra” si chiama così perché dopo tanto tempo fermi, con quel poco di allenamento che è stato possibile dentro casa, pensiamo soltanto a camminare di nuovo». Le serate hanno un’impronta inclusiva: le coreografie appartengono al repertorio ballettistico, agli stessi danzatori-autori, a improvvisazioni estemporanee. (g.f.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes