Pesta a sangue la madre e si barrica in casa a La Caletta: si arrende dopo quattro ore

La donna è stata trasportata all'ospedale San Francesco di Nuoro

NUORO. È terminata intorno alle 23 di ieri 21 settembre una serata di paura in una abitazione sul lungomare di La Caletta dove un uomo di poco più di 30 anni si è asserragliato in casa per quattro ore minacciando tutti con un coltello, dopo aver picchiato a sangue la madre, uscita in strada a chiedere soccorso. La donna intorno alle 19, è stata trasportata all'ospedale San Francesco di Nuoro dove è stata sottoposta alle prime cure ma non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Siniscola e subito dopo i rinforzi dalle stazioni vicine e dal reparto operativo di Nuoro, che per quattro lunghissime ore hanno trattato con l'uomo, che si affacciava dal balcone con un grosso coltello in pugno a minacciare chiunque si fosse avvicinato.

Solo intorno alle 23 i Carabinieri sono riusciti a convincerlo a uscire disarmato e a trasportarlo alla sede della Compagnia di Siniscola. Al momento non si conoscono i motivi per cui l'uomo abbia dato in escandescenze. Ora si trova in stato di fermo in attesa di essere interrogato dal magistrato di turno . (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes