Furbetti della spazzatura 24 sanzioni e una denuncia

Il Corpo forestale ha anche denunciato una persona per discarica abusiva Molti abbandonano i rifiuti per strada o si rivolgono a soggetti non autorizzati

NUORO. I maleducati della differenziata – che non applicano – non conoscono riposo e nemmeno nel periodo estivo riescono a comportarsi civilmente. Lo dimostrano i risultati del lavoro del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale e della Stazione forestale di Nuoro, che durante l’estate hanno contestato 24 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di 14mila e 400 euro, e denunciato una persona per gestione illecita di rifiuti.

Queste persone sono state colte proprio mentre abbandonavano sacchetti di immondizia sia nelle strade periferiche, che nelle cunette, oppure in luoghi piuttosto isolati, pensando di non essere scoperti. Qualcuno si è fermato e ha fatto con tutta calma, qualcun altro si è esercitato nel “lancio del sacchetto” dai finestrini delle auto in corsa. Tutti, comunque, hanno dimostrato di non aver capito la lezione che l’ambiente è di tutti – anche il loro –, e che una corretta gestione dello smaltimento dei rifiuti è più semplice delle pratiche dissennate messe in atto.

Tra le segnalazioni fatte pervenire alle autorità competenti, c’è ance una discarica abusiva, per la quale sono ancora in corso le attività investigative finalizzate all’individuazione dei responsabili.

La prevenzione, l’accertamento e la repressione del fenomeno sono resi possibile anche grazie all’utilizzo di strumenti di investigazione sempre più sofisticati, quali videocamere e droni.

Le condotte illecite sono ascrivibili sia a privati cittadini sia ad esercenti o gestori di attività produttive, i quali talvolta si affidano a soggetti improvvisati che poi smaltiscono illecitamente materiali anche pericolosi. Questi soggetti, infatti, spesso cercano di recuperare tutto ciò che ipoteticamente ha un valore, abbandonando ciò che resta nel territorio, oppure eliminando gli scarti incendiandoli. Per chi si deve disfare di una certa tipologia di rifiuti c’è l’illusione del risparmio: peccato che questo non sia consentito e comporti l’esporsi a sanzioni, quando non a denunce quando la condotta ha una rilevanza penale.

Il Corpo forestale invita le imprese e i cittadini che devono disfarsi di materiali di risulta o pericolosi, a rivolgersi esclusivamente alle ditte specializzate del settore, che possono dimostrare di essere in possesso delle autorizzazioni di legge.

Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale prosegue nell’impegno del contrasto al fenomeno dell’illecito smaltimento dei rifiuti con un consistente impiego di risorse umane e strumentali e confida nel senso civico dei cittadini che potranno segnalare al numero verde 1515 le situazioni ritenute illecite nonché qualsiasi elemento utile all’individuazione dei responsabili.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes