I sindaci: contagi superiori ai dati della piattaforma

Per i comuni di Barbagia e Mandrolisai c’è un divario con i numeri della Regione A Desulo mini-lockdown sino al 20 gennaio, situazione preoccupante a Gavoi 

GAVOI. All'indomani del ritorno a scuola in sicurezza, garantito dalla grande campagna di screening post feste, sono alti i numeri relativi ai contagi che interessano la zona della Barbagia e del Mandrolisai. Numeri che sembrerebbero importanti ma che, fortunatamente, visto l'alto numero di vaccinati, spaventano meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando si avviava la campagna di vaccinazione. Che il contagio sia esteso lo si evince anche dello scollamento di dati ufficiali presenti in piattaforma e i numeri che si evincono dalle numerose comunicazioni di positività che arrivano ai sindaci, ma che non hanno alcuna forma di ufficialità. Segno che l'attività di controllo delle Usca è elevata e il sistema di comunicazione rallentato.

A Gavoi, uno degli ultimi comuni ad aver dato un quadro dei contagi, ci sarebbero 20 persone che sono risultate positive al tampone molecolare (e che dovrebbero figurare nella piattaforma regionale) e altre 60 in attesa di farlo perché risultate positive al tampone rapido. Quattro positivi ufficiali a Ollolai che si sommano ai 12 da confermare, risultati nello screening scolastico. E proprio per avere un quadro completo della situazione, il Comune guidato da Francesco Columbu chiede di comunicare per vie brevi la propria positività, «questo anche per organizzare al meglio la raccolta dei rifiuti solidi urbani ed evitare agli operatori il rischio». A Fonni su 484 tamponi rapidi eseguiti sulla popolazione scolastica sono emersi 25 positivi da confermare. A Desulo è in corso ancora il mini lockdown ordinato dal primo cittadino Gian Cristian Melis, che per quanto riguarda le manifestazioni pubbliche, religiose e civili durerà fino al 20 gennaio prossimo. A Tonara si è chiuso l'anno con trenta cittadini segnalati nella piattaforma regionale, mentre a Ovodda non è emerso alcun positivo nello screening scolastico fatto assieme a Tiana. «Precisiamo nuovamente che i dati nella piattaforma regionale non rispecchiano i dati sulle positività che ci sono state indirettamente comunicate», spiega la sindaca di Ovodda Ilenia Vacca in una nota.

Sono 28 le positività ufficiali a Belvì, a cui si aggiunge una positività da confermare con tampone molecolare. Venti quelle di Orani invece che sommano a due positività risultate dallo screening scolastico condotto assieme a Oniferi, dove invece, ai primi dell'anno, risultavano tre persone positive. Sarule saluta invece il nuovo anno con numeri irrisori. Dopo l'elevato numero di contagiati dello scorso periodo, il Comune guidato da Paolo Ledda ha comunicato la presenza di un solo positivo sulla piattaforma regionale e l'assenza di positività allo screening sulla popolazione scolastica condotto assieme al paese di Olzai.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes