Elezioni all’Unione dei Comuni, botta e risposta Mastinu-Hassan

BOSA. Il presidente dell’Unione dei Comuni della Planargia Gian Luigi Mastinu, dopo la durissima nota targata Omar Hassan, che chiedeva la convocazione urgente dell’assemblea per eleggere il nuovo...

BOSA. Il presidente dell’Unione dei Comuni della Planargia Gian Luigi Mastinu, dopo la durissima nota targata Omar Hassan, che chiedeva la convocazione urgente dell’assemblea per eleggere il nuovo presidente superando l’attuale incarico in proroga, replica altrettanto duramente agli appunti mossi nei giorni scorsi dal collega sindaco di Modolo. Una «Pessima uscita» secondo Mastinu, avanzata «Senza conoscere i fatti, o facendo finta di non conoscerli, risalendo il suo ultimo avvistamento antecedente all’anno 2017» il già duro prologo. Mastinu afferma quindi di aver convocato l'assemblea dell'Unione già tre volte, con all’ordine del giorno proprio l’elezione del nuovo presidente. «Tutti i sindaci hanno chiesto di prorogare la presidenza per poter affrontare in maniera adeguata l’emergenza covid – precisa quindi – Potrei ricordare una serie di provvedimenti adottati da questo presidente e all’unanimità da tutti i componenti dell’assemblea, in cui lui (Hassan, ndc) era sistematicamente assente, utili alla difficile contingenza vissuta» l’ulteriore passaggio. A partire dall’acquisto di dispositivi e presidi per i malati di Covid del territorio e per l’ospedale di Bosa, compresi gli strumenti per affrontare le numerose insufficiente respiratorie verificatesi, la puntualizzazione del presidente dell’Unione dei Comuni della Planargia, che è responsabile del reparto di Medicina dell'ospedale di Bosa. Preceduta da ulteriori bordate polemiche nei confronti di Omar Hassan, la replica richiama quindi ai diversi passaggi alla guida dell’Unione, a partire dal 2019. Quando il neo presidente, dice lo stesso Mastinu «Si è trovato con un bilancio disastrato, che non solo è stato risanato, ma ha consentito di portare avanti una serie di progettualità con visione territoriale e non campanilistica». Tra cui la «Tanto agognata e desiderata piscina intercomunale a S’Stagnone (a Bosa Marina, ndc), progettata e finanziata». Per quanto riguarda il richiamo del collega al Suape «Nonostante tutte le difficoltà legate alle carenze degli uffici tecnici, sta già funzionando ed è perfettamente operativo» con l’Unione che lavora «Per un progetto Pnrr per la creazione di un Centro di ricerca internazionale sulla salvaguardia e la divulgazione del patrimonio culturale, localizzato a Bosa, con la partnership dell’Università di Sassari, dichiarato idoneo dal Ministero dell’Università e della Ricerca per un importo di 35 milioni di euro». In tema di personale del comune di Modolo in forza all’ente territoriale, «È preciso dovere di ogni Comune contribuire con le risorse disponibili, come ha fatto in tempi difficili il Comune di Tresnuraghes». «Rimane il dispiacere di vedere screditata la giunta intera dell’ente sovra comunale, che ha lavorato in questi anni difficili con impegno e dedizione» chiude la pepata replica di Gian Luigi Mastinu.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes