La Nuova Sardegna

Nuoro

Nuoro

Mughina, timori confermati: la galleria ha seri problemi, la volta è spessa appena 5 centimetri

di Francesco Pirisi
Mughina, timori confermati: la galleria ha seri problemi, la volta è spessa appena 5 centimetri

Il vice sindaco e assessore Beccu: "I lavori eseguiti 20 anni fa difformi rispetto al progetto"

09 agosto 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Nuoro La perizia strutturale è arrivata sui tavoli del municipio e ha confermato i timori iniziali. La volta della galleria di Mughina ha seri problemi di tenuta: «Com’era stato appurato – spiega l’assessore dei Lavori pubblici, Fabrizio Beccu – la perizia ha confermato che in alcune parti sono presenti ampi vuoti nella copertura. Ma anche dove il calcestruzzo è presente lo spessore è di pochi centimetri, addirittura cinque in più tratti, invece degli 80 centimetri previsti dal progetto: non certo sufficiente a garantire robustezza alla galleria e sicurezza a chi vi transita». Note infelici e anche deprecabili, perché alle carenze infrastrutturali si legano pericoli concreti per i cittadini.

La perizia sulla condizione della copertura del tunnel è già stata inviata agli uffici della Regione. Sulle sue conclusioni si chiede un primo finanziamento di 140mila euro, per la progettazione dell’opera di recupero. «Lo studio progettuale – dice ancora Beccu – oltre a costituire la base tecnica per l’intervento, darà poi anche la misura dei fondi occorrenti per l’intervento edile».

La galleria è chiusa dal gennaio dell’anno scorso, per consentire una serie di lavori di ammodernamento. Tra i quali la sostituzione degli impianti elettrico, di aerazione e quello contro gli incendi. Previsto e realizzato anche ai bordi della carreggiata un sistema per il deflusso delle acque, così da eliminare il rischio di allagamenti, già verificatisi nel passato. Fatti questi lavori, lo scorso dicembre avrebbe dovuto riaprire al traffico automobilistico e di mezzi pesanti. Ma tutto è saltato quando tecnici e operai si sono accorti della condizione deficitaria della volta. Precaria a tal punto che non è stato possibile collocarvi i supporti per le lampade dell’illuminazione. Una doccia fredda. Perché il tunnel di Mughina è un’infrastruttura essenziale nello snodarsi dei collegamenti tra le più importanti strade che gravitano sulla città di Nuoro.

Fatto sta che da quel momento è iniziata la corsa per trovare una soluzione ai problemi straordinari e non previsti. Come confermano le stesse parole dell’assessore Beccu: «Stiamo facendo il massimo – dichiara – per porre rimedio a una situazione complessa e delicata, pensando che innanzitutto vi è da salvaguardare la sicurezza degli automobilisti». Il primo passo è stato quello dell’interlocuzione con l’assessorato competente della Regione, con un confronto tra i rispettivi quadri tecnici. Ma non si è potuti andati oltre discorsi di massima, considerato che per definire ogni decisione e finanziamento occorrevano prima la perizia, sulle condizioni della galleria, e poi il progetto. Anzi, proprio la velocità con cui il progetto sarà prima finanziato dalla Regione e poi redatto, potrebbe fare la differenza, in quelli che sono i tempi utili per aprire e chiudere il cantiere. Questo perché una parte delle somme (700mila euro) sono già disponibili, e subito utilizzabili, perché avanzate dall’intervento di un anno fa. Spendibili immediatamente, basta che ci sia il progetto. La Regione dovrà nel frattempo assicurare le somme restanti.
 

In Primo Piano
Vigili del fuoco

Dispersi un 25enne e due donne, ricerche senza sosta in provincia di Sassari

Le nostre iniziative