La Nuova Sardegna

Nuoro

Il convegno

Giovani e imprese al centro di un confronto organizzato a Nuoro da Confindustria Sardegna centrale

Giovani e imprese al centro di un confronto organizzato a Nuoro da Confindustria Sardegna centrale

Appuntamento lunedì mattina nell’auditorium della Camera di commercio. Interverranno anche i parlamentari Alessandra Todde e Pietro Pittalis

10 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Giovani e imprese rappresentano il futuro dei nostri territori. Per questo Confindustria ha deciso di promuovere una giornata di confronto sui temi dello sviluppo e del fare impresa nel centro Sardegna aprendo un dialogo con i giovani per capire come invertire una tendenza allo spopolamento soprattutto giovanile e dare nuovi stimoli al tessuto produttivo anche creando nuove imprese e nuova occupazione.

Il fenomeno dei tanti giovani che si spostano verso aree più attrattive rappresenta un segnale di impoverimento di un territorio che perde competenze e opportunità di crescere e innovarsi. I temi saranno al centro del convegno “Che impresa! Fare impresa. Innovazione e capitale umano, sfide per la crescita” che si terrà lunedì 13 novembre 2023 nella sala convegni della Camera di commercio di Nuoro, con inizio dei lavori alle ore 10.

L’iniziativa è promossa da Confindustria Sardegna centrale e da una decina di aziende locali in collaborazione con la Cciaa di Nuoro. Interverranno tra gli altri i parlamentari del territorio Pietro Pittalis e Alessandra Todde.

«Vogliamo riaccendere i riflettori sulle prospettive di sviluppo della Sardegna centrale partendo dai giovani e dalle imprese che a nostro avviso sono i due attori che faranno la differenza negli scenari futuri – sottolinea il presidente Giovanni Bitti –. Servono politiche e strategie di lungo periodo perché il coraggio di fare impresa da solo non basta. Lo diciamo da tempo, le nostre aziende devono competere all’interno di scenari molto complessi con le nuove tecnologie che stanno trasformando molto rapidamente il mondo del lavoro e delle aziende. In questo contesto le giovani generazioni hanno un ruolo di primo piano e come imprese e come territorio dobbiamo essere capaci di conquistarli perché il loro contributo è fondamentale per la crescita. Ci stiamo avviando alla prossima campagna elettorale e tornerà alla ribalta il tema dello sviluppo dei territori dell’interno. Ne parliamo da decenni senza che si faccia niente di concreto e senza che vengano portate avanti politiche strutturali di ampio respiro capaci realmente di incidere e invertire la tendenza».

In Primo Piano
Nel porto

Santa Teresa, nuovo stop per la Giraglia: raggiungere la Corsica è un’odissea

di Marco Bittau
Le nostre iniziative