La Nuova Sardegna

Nuoro

Cantiere aperti

Nuoro, lavori alla piscina comunale. A rischio gli stipendi dei bagnini e degli istruttori

di Alessandro Mele

	La piscina comunale di via Lombardia a Nuoro (foto di Massimo Locci)
La piscina comunale di via Lombardia a Nuoro (foto di Massimo Locci)

Preoccupazione tra gli addetti della struttura di via Lombardia nonostante le rassicurazioni sui tempi dell’assessore comunale Beccu

24 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Piscina comunale di via Lombardia, iniziano i lavori di riqualificazione ma si interrompono i corsi di nuoto e i dipendenti della società gestore entrano nel panico: «Non sappiamo per quanto tempo lavoreremo a scartamento ridotto e a compensi rimaneggiati, sono a rischio i nostri stipendi». Le segnalazioni che arrivano alla Nuova Sardegna sono diverse e restano in forma anonima per tutelare la privacy e la sicurezza dei lavoratori, ma hanno tutte lo stesso tenore.

Lo stato d’ansia è diffuso e riguarda tutte le tipologie di dipendenti, dagli istruttori per arrivare a chi si occupa delle mansioni amministrative: «Gli istruttori ormai possono lavorare solo in palestra per gli allenamenti funzionali – raccontano –, mentre ovviamente è sospeso qualsiasi lavoro in vasca dove si sta intervenendo in questo momento».

E ancora: «C’è preoccupazione per le nostre famiglie – proseguono –, lo stipendio serve a tutti per poter mandare avanti la vita quotidiana, speriamo che questa situazione termini il prima possibile». Ma i lavori nella piscina comunale di via Lombardia erano ormai necessari, la struttura versava in un grave stato di pericolo strutturale ed era quindi molto pericolosa per gli utenti ma soprattutto per gli stessi lavoratori. Chi si sta occupando dei lavori di adeguamento sul posto lo conferma: «Situazione paradossale – raccontano gli operai al lavoro –, più si va avanti e più il pericolo è evidente. Nelle condotte di areazione, per esempio, abbiamo trovato di tutto al punto che è quasi impossibile passarci all’interno per lavorare. Lo stesso dicasi della vasca e delle strutture circostanti».

I lavori sono iniziati lo scorso 13 novembre e verranno realizzati con un finanziamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) superiore ai 600mila euro: «Se tutto va bene i lavori dureranno non più di tre mesi – afferma l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Fabrizio Beccu –, ma non potevamo aspettare oltre».

«I lavori, infatti, devono seguire le tempistiche imposte dal Pnrr o si rischia il definanziamento. Posso assicurare che è stato fatto il massimo per far tenere aperta la struttura negli ultimi due mesi e mezzo, i lavori però adesso dovevano iniziare».

Sulla questione legata alla preoccupazione dei dipendenti il vice sindaco assicura: «La data dell’inizio lavori è stata coordinata con la società che gestisce la struttura in totale serenità. La piscina – prosegue Fabrizio Beccu – versava in condizioni disastrose visto che nessuno ci ha messo mano negli ultimi 30 anni. Era necessario un intervento immediato, dipendenti e atleti non erano più al sicuro». Ma i lavori in via Lombardia non termineranno con i fondi del Pnrr, infatti il Comune di Nuoro ha ottenuto un altro finanziamento di circa 2milioni di euro dal credito sportivo: «Ma questi avverranno in estate – conclude Beccu – quando le attività e i corsi non si tengono e quindi senza nessun disagio per i dipendenti della struttura».

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative