La Nuova Sardegna

Nuoro

Maltempo

Mare in tempesta tra Bosa e Turas: le onde trascinano detriti e massi

di Alessandro Farina

Raffiche potentissime durante la notte, la strada sgomberata dal Comune

26 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa Intorno alle nove del mattino di ieri, quando è intervenuto il personale del comune di Bosa e della ditta che si occupa dello spazzamento per rimuovere i detriti, la mareggiata era già calata d’intensità. Ma ancora le onde riuscivano a superare il contrafforte in cemento armato lato mare, nel tratto di provinciale tra Turas e Bosa Marina. Tanto che a fare le spese dell’impatto di un cavallone tra marciapiede e manto stradale è stato anche il vice sindaco Federico Ledda, arrivato sul posto per un sopralluogo dopo le segnalazioni di forze dell’ordine e cittadini.

Nel corso della notte fra venerdì e sabato il vento ha soffiato con raffiche potenti sulla fascia centro occidentale dell’isola. Il mare in tempesta, con onde in arrivo sulla costa da ponente e libeccio, ha investito in pieno le strutture a protezione della foce del Temo, della rada dell’isola Rossa e frontalmente il tratto di litorale fra Pedras Nieddas e Turas. Qui corre la strategica litoranea protetta dalla massicciata costruita qualche anno fa oltre il contrafforte in cemento, ma dove però in più punti evidentemente le onde fanno ancora breccia. Il tratto di strada fra la prima curva nella zona di Turas e, in direzione Bosa Marina, lo svincolo con la bretella provinciale che si riallaccia alla statale 129 nella zona di Pedras Nieddas, era infatti cosparso di detriti di ogni sorta.

Ghiaia, pietre, pezzi di legno, plastica, canne, un grosso blocco di trachite rossa probabilmente arrivato dalla massicciata ferroviaria sul lato ovest di Monte Furru lo scenario da affrontare, tra una pozzanghera e l’altra da guadare, che si è presentato agli automobilisti. Una potente onda era riuscita nella notte a rovesciare uno dei pesanti “pupazzi” in cemento che sorreggono i parapetto, mentre alcune transenne nelle vicinanze invadevano una parte della carreggiata, la zona dove è intervenuta di buon mattino una pattuglia di Carabinieri della locale stazione. Dopo le nove la squadra di operai e mezzi ha iniziato le operazioni di pulizia. «Era prioritario rendere l’arteria sicura, poi una dettagliata relazione su quanto accaduto sarà inviata alla Provincia, che ha competenza su questo tratto di strada», spiega il vice sindaco di Bosa.
 

Incidente stradale

Sassari, pedone investito da un autocarro in via Bogino

Le nostre iniziative