La Nuova Sardegna

Nuoro

L’indagine

Nuoro, blitz della Guardia di Finanza in Provincia per il libro su Grazia Deledda

di Simonetta Selloni

	La Provincia di Nuoro
La Provincia di Nuoro

Non era destinato alla vendita, ora sarebbe in commercio

15 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Una fetta delle celebrazioni per i 150 anni della nascita di Grazia Deledda, coordinate dall’amministrazione provinciale di Nuoro, finisce all’attenzione della procura della Repubblica di Nuoro. Si tratta dell’affidamento per la realizzazione di un volume di pregio sulla Nobel per la letteratura, destinato a enti, istituzioni, biblioteche, comuni. Ieri i militari della Guardia di finanza di Nuoro su disposizione del sostituto procuratore Riccardo Belfiori si sono presentati nella sede della Provincia, e hanno acquisito la documentazione riguardante l’affidamento, assegnato ad Arkadia Editore Srl, attraverso una procedura di scelta di contraente pubblicata nella piattaforma Sardegna Cat.

L’offerta, pari a 68mila 606,99 euro, era stata ritenuta la più conveniente e prevedeva la realizzazione di un volume da stampare in mille copie. La determina di affidamento è la 469 del 9 maggio 2022 ed è firmata dalla dirigente Fabrizia Sanna. L’inchiesta è nata da una segnalazione sul fatto che quello stesso volume, non destinato alla vendita, sarebbe imvece in commercio anche su alcune piattaforme online, al prezzo di 100 euro, e in qualche caso con un piccolo sconto. Il libro, “Grazia Deledda. Dentro l’intimo segreto del grande sogno”, è stato realizzato dal professor Dino Manca, uno dei massimi esperti Deleddiani.

«Si tratta di libri sottratti al mercato commerciale ordinario – ha specificato l’amminsitratore straordinario della Provincia Costantino Tidu». Ieri ha ricevuto i militari della Guardia di finanza che gli hanno notificato il verbale. «Delle mille copie del libro, 750 sono andate dove erano destinate: enti pubblici tra i quali il Consiglio regionale, biblioteche, comuni, università – prosegue Tidu –. Naturalmente abbiamo tutta la documentazione che lo dimostra e che abbiamo esibito».

Alla Provincia sono rimaste circa 250 copie. O meglio, erano rimaste: «Venti libri li abbiamo consegnati, e ne sono rimaste 230. La Guardia di finanza ha sigillato la scatola che li contiene e me ne ha affidato la custodia», prosegue Tidu, che si dice certo sul fatto che sarà fatta chiarezza. Non sapeva di questa evoluzione, invece, il professor Dino Manca.

«Il volume è stato realizzato ed è stato chiarito che la destinazione non era quella dei canali commerciali ordinari. Come sia stato messo in vendita nel web, non lo so. Ma a volte accade – dice ancora Manca –, che una volta attribuito il codice Isbn (International standard book number), che identifica quella data opera, finisca nei circuiti di vendita senza copertina e senza che sia effettivamente possibile acquistarlo».

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative