La Nuova Sardegna

Nuoro

Il caso

Nuoro, via dell’Ulivo al buio: «Per rientrare a casa utilizziamo la torcia»

di Alessandro Mele
Nuoro, via dell’Ulivo al buio: «Per rientrare a casa utilizziamo la torcia»

I residenti protestano: «È pericoloso, qualcuno è caduto. Il Comune deve intervenire al più presto»

20 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro In via dell’Ulivo si brancola nel buio. La notte è più scura, nel cuore del quartiere storico di Santu Predu, nella strada che si trova a pochi metri dalla via Ballero. Un tratto di centro storico dimenticato dall’illuminazione pubblica da sempre, continua a creare problemi a residenti e anziani. «Siamo costretti a camminare accendendo la torcia del cellulare – racconta Stefano Concu, uno dei residenti – Ci siamo lamentati diverse volte, anche negli uffici del Comune, ma senza ottenere alcun riscontro o intervento risolutivo». E ancora: «È pericoloso, non si vede neanche la strada per tornare a casa, o il buco della serratura – prosegue il residente – una signora anziana è anche caduta nei giorni scorsi procurandosi alcune contusioni». Il problema dell'illuminazione in via dell'ulivo, non è nuovo nelle pagine della Nuova Sardegna, dove già da anni si racconta di una questione irrisolta e che continua a creare preoccupazione tra i cittadini. «L'illuminazione non ha un problema di funzionamento – spiega ancora Stefano Concu – semplicemente non è stata mai installata in alcun punto di erogazione. È pericoloso anche per i mezzi di trasporto, non solo per la loro sicurezza ma anche per le manovre ordinarie di spostamento nelle ore notturne».

«Chiediamo all'amministrazione comunale - conclude il residente di via dell’Ulivo - che si proceda quanto prima con un sopralluogo notturno e che quanto prima possano cominciare i lavori di installazione dell'impianto di illuminazione pubblica».

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative