La Nuova Sardegna

Nuoro

Cultura

Tanti auguri al Museo Man, 25 anni in continua evoluzione

di Luca Urgu

	Una scultura di Matisse in mostra al Man
Una scultura di Matisse in mostra al Man

Eventi tra arte e musica, ingresso gratis per tutta la settimana

06 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Il Man, Museo d’arte della Provincia di Nuoro, compie 25 anni. E come per i compleanni importanti da ieri sono iniziati i festeggiamenti con una serie di iniziative capaci di celebrare questo piccolo grande traguardo, e allo stesso tempo di ricordare i momenti più importanti e significativi di questo percorso. Un viaggio per tante ragioni avvincente iniziato il 6 febbraio del 1999, quando il museo aprì le sue porte per la prima volta al pubblico con una grande mostra dedicata a Eduardo Chillida, accanto a una importante antologica di Gino Frogheri. Da allora sono passati 5 lustri esatti dalla nascita di quello che è oggi considerato uno dei musei d'arte moderna e contemporanea più importanti in Italia. Una fama conquistata sul campo a colpi di grandi mostre, nomi illustri e altri magari meno noti ma valorizzati da questo avamposto culturale che ha fatto sentire i nuoresi e Nuoro un po' meno “periferia dell’impero”. L’intuizione degli amministratori della Provincia di allora (ente che tuttora ne preside la governance) si rivelò quanto mai azzeccata. Nuoro allora era soprattutto il luogo della tradizione e dell’identità, della storia gloriosa passata, capitale indiscussa dei grandi nomi della cultura isolana naturalmente anche a livello artistico, così far nascere uno spazio che guardasse all’arte contemporanea non era né scontato ma ha completato l’offerta culturale con un segmento fresco, giovane e innovativo. Un luogo vivo, di scoperte e confronto apprezzato dal territorio ma anche dai visitatori che ne hanno fatto una tappa imprescindibile della loro permanenza nel territorio. E ognuno dei vari direttori che si sono avvicendati alla guida ne ha dato un’impronta personale e professionale. Dagli esordi con Cristiana Collu poi approdata verso altri e prestigiosi scenari, alla attuale Chiara Gatti, da subito con il giusto mood anche per i festeggiamenti in stretto coordinamento con il cda guidato dal presidente Tonino Rocca. «Un compleanno che è anche tempo di bilanci. Felicissimi. Nell’ultimo anno abbiamo superato i 42 mila ingressi, oltre 5.600 bambini e la media di età dei visitatori è scesa grazie al numero in crescita significativa dei ragazzi. Per loro abbiamo organizzato un dj set con musica techno nella sala fluo di Pininfarina. Mentre stiamo già progettando la mostra delle collezioni storiche per fine marzo. Un omaggio del Man alle donne. La fotografia ritratta ispirata alla donna con frutta di Ciusa Romagna», ha detto la direttrice Gatti. Per celebrare questo quarto di secolo, il Man ha organizza una settimana ricca di eventi, tra cui concerti, sessioni fotografiche e DJ set. Si è iniziato ieri con il compleanno del museo celebrato lungo il Corso Garibaldi, con l'esposizione di oltre cento manifesti storici delle mostre più significative, da Miró a Picasso, da Schiele a Giacometti, dalle Futuriste a Sensorama. Venticinque anni di immagini rimaste negli occhi di tutti e ora in cinque minuti scarsi (è il tempo che ci si impiega per attraversarlo con passo contemplativo) si possono ammirare quelle immagini che richiamavano agli appuntamenti. Da stamattina a domenica 11 febbraio, il museo sarà aperto gratuitamente ogni giorno dalle 10 alle 19. In questa occasione, verranno offerti ai visitatori cataloghi omaggio delle mostre storiche, spille da collezione M|A|N]25 limited edition per il venticinquesimo anniversario e Card del museo per i giovani che compiono 25 anni nel 2024. Grazie alla collaborazione con il Liceo Musicale di Nuoro, tre serate saranno animate dai giovani talenti musicali cresciuti fra le aule del prestigioso istituto nuorese. Inoltre, un set fotografico curato dal fotografo Massimo Locci inviterà il pubblico e i cittadini a partecipare posando come i personaggi rappresentati nelle opere di Giovanni Ciusa Romagna e Lisetta Carmi. Inoltre, gli alunni del Liceo Scientifico Enrico Fermi di Nuoro accompagneranno i visitatori alla scoperta delle mostre in corso. © RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Il fatto

Europeade, vigilia di proteste: polizia e caos con i gruppi spagnoli

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative