La Nuova Sardegna

Nuoro

Il progetto

Nuoro: scuole e inclusione, un appalto per assistere 236 studenti

di Valeria Gianoglio
Nuoro: scuole e inclusione, un appalto per assistere 236 studenti

Bando della Provincia per gli alunni disabili delle superiori: sedici gli Istituti interessati per i prossimi tre anni

02 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Il numero di richieste, da parte delle famiglie e delle scuole, è in crescita lenta ma costante ormai da diversi anni. Nel 2021 erano 211, oggi sono 236: sono gli studenti con disabilità che frequentano gli istituti superiori del Nuorese e dell’Ogliastra, e che per farlo nel pieno rispetto dell’inclusione hanno necessità di un sostegno adeguato e di diverse forme di assistenza, come quelle educativa, comunicativa e fisica. Le figure professionali per garantire quel diritto da tempo vengono loro fornite dalla Provincia che ha bandito una nuova gara d’appalto perché l’attuale contratto sta per scadere e in vista del prossimo anno scolastico bisogna trovare, tra imprese, cooperative sociali o associazioni del terzo settore, chi si occuperà del servizio per i prossimi tre anni. Il bando, per il quale sono già state ammesse nove offerte e sono stati nominati i componenti della commissione di gara, non è cosa da poco, anche in termini economici: l’ente di piazza Italia ha stimato che il progetto “per l’affidamento triennale del servizio di assistenza specialistica agli studenti con disabilità frequentati gli istituti d’istruzione superiore della provincia di Nuoro e dell’Ogliastra” nel suo complesso valga poco più di sette milioni di euro.

Sono finanziati in parte attraverso fondi della Regione, in parte tramite fondi dello stesso bilancio provinciale. Il servizio servirà, quindi, a garantire l’inclusione, sotto diversi aspetti, di 236 studenti con disabilità distribuiti nei sedici istituti superiori del Nuorese e del territorio ogliastrino. Gli obiettivi? Secondo il progetto messo nero su bianco dalla Provincia sono: “favorire la massima autonomia personale, scoraggiando rapporti di dipendenza dalle figure adulte che verranno comunque coinvolte insieme ai coetanei, favorire l’autonomia sociale e relazionale migliorando le possibilità comunicative, fornendo un supporto alla crescita, alle capacità di socializzazione, all’autonomia nelle relazioni e nella gestione, perseguire il potenziamento della personalità emotiva e relazionale, incoraggiando l’espressione dei bisogni da parte degli studenti con disabilità e dei loro compagni».

Ed è per questo che nel bando la Provincia chiede al futuro appaltatore di garantire diverse figure professionali. Servono operatori sociosanitari, pedagogisti ed educatori professionali, assistenti alla comunicazione che abbiano competenze specifiche relative alle disabilità sensoriali e che conoscano il linguaggio dei segni, il Braille, e servono anche professionisti che coordinino i diversi esperti che dovranno seguire gli studenti. Gli alunni con disabilità che dovranno essere assistiti nel prossimo anno scolastico, dunque, sono in totale 236, tra Nuoro, provincia e Ogliastra. Tra le scuole coinvolte, nel solo capoluogo barbaricino ci sono il liceo delle Scienze musicali, nella sede di via Foscolo, l’istituto Ciusa nella sede staccata di Gavoi, il liceo scientifico Fermi con la sede associata di Bitti, l’Itc Chironi di via Toscana, il liceo ginnasio Giorgio Asproni, l’istituto superiore Volta con le sedi associate del Brau e di Pratosardo.

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative