La Nuova Sardegna

Nuoro

Il caso

Fucilate contro le telecamere della videosorveglianza a Orgosolo

Fucilate contro le telecamere della videosorveglianza a Orgosolo

Scarica di pallettoni all’ex municipio mentre il gruppo folk del paese faceva le prove di ballo al piano terra

16 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Orgosolo Le telecamere non sono gradite tanto che qualcuno a Orgosolo ha sparato con il fucile per distruggerle. È successo ieri sera, mentre il gruppo folk del paese faceva le prove di ballo sardo e coreografie: una scarica di pallettoni ha terrorizzato le persone presenti nel locale al piano terra dove si svolgevano le prove, e che hanno rischiato di essere ferite da qualcuno di quei pallettoni. Tutto è successo poco dopo le 21.30, contro le telecamere di sorveglianza dell'ex municipio, in corso Repubblica. I pallettoni hanno trapassato anche una finestra e il gruppo ha capito subito che si trattava di fucilate.

È la terza volta che le telecamere vengono abbattute in varie parti del paese e il sindaco Pasquale Mereu stamattina ha presentato denuncia alle forze dell'ordine. «Condanniamo questi gesti e speriamo che attraverso le indagini si riesca a risalire agli autori degli spari», dice il sindaco. Il primo cittadino di Orgosolo sottolinea anche il danno economico provocato al Comune, che nei mesi scorsi aveva investito circa 75mila euro in telecamere. Non solo: sottolinea che «qui spendiamo quasi 100mila euro all'anno anche per riparare i lampioni che vengono colpiti con le armi da fuoco».

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative