La Nuova Sardegna

Nuoro

L’allarme

«Così l’Europeade è a rischio, la Regione nomini subito il commissario»

di Francesco Pirisi
«Così l’Europeade è a rischio, la Regione nomini subito il commissario»

Nuoro, la preoccupazione dei commercianti dopo l’ultimo consiglio comunale. Confesercenti e Ascom: «Non possiamo perdere questa occasione»

29 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Sulla crisi politica nel Comune capoluogo interviene incidentalmente Roberto Cadeddu, presidente provinciale di Confesercenti e dell’Aspen (l’azienda speciale della Camera di commercio). Il motivo è la preoccupazione che nel vuoto amministrativo in municipio possa saltare l’appuntamento con l’Europeade, il festival di folclore previsto in città dal 24 al 28 luglio. Considerato che non c’è un bilancio approvato, e sindaco e giunta sono dimissionari, Cadeddu fa appello alla Regione affinché per il Comune «nomini il prima possibile un commissario, così da porre in essere tutti gli sforzi per portare a compimento la manifestazione. Perché questa – continua Cadeddu – rappresenterebbe una grande occasione di ripartenza di una città che ha da tempo toccato il fondo».

Un intervento di sollecito che il presidente provinciale dei pubblici esercenti dice di voler tenere lontano dallo scontro appena consumatosi tra il sindaco Andrea Soddu e i suoi oppositori: «Come abbiamo già detto, non entriamo nel merito delle diatribe politiche e partitiche di maggioranza e opposizione. Il richiamo è piuttosto – aggiunge Cadeddu – a vantaggio dell’interesse della comunità. Perché l’ordinaria amministrazione va bene, ma ora Nuoro ha bisogno urgente di una figura che inizi a occuparsi davvero della città, segnata da una crisi terribile».

Ad allarmare Cadeddu, insieme alle vicissitudini del governo Soddu, la decisione del dirigente comunale Roberto Del Rio di lasciare l’incarico nell’organizzazione dello stesso festival, per l’impossibilità di poter spendere i soldi necessari all’evento. Sviluppi dell’ultim’ora rispetto ai quali Cadeddu fa un’eccezione alla scelta di non occuparsi di aspetti politici (e di quelli burocratici conseguenti): «È grave che il sindaco vada via e i suoi dirigenti si portino via il pallone», accusa il presidente di Confesercenti e Aspen.

«La rinuncia del dirigente del comune di Nuoro all’incarico per l’Europeade rischia di far perdere alla città un investimento di un milione e mezzo di euro. Le attività economiche del territorio – ricorda Cadeddu – non possono accettare di dire addio a quella che sarebbe una boccata di ossigeno». Il responsabile provinciale dell’organizzazione del commercio si affida, dunque, alla Regione e al commissario, il cui arrivo in municipio è ormai dato per certo e imminente, con l’incarico di guidare l’ente sino nuove elezioni: «In una fase di grave stagnazione economica – ribadisce Cadeddu – l’organizzazione della rassegna internazionale di folclore sia una priorità del commissario». Prima di concludere, con parole improntate alla fiducia: «Siamo certi che l’Europeade e l'investimento per essa previsto garantiranno quantomeno un piccolo rilancio delle attività economiche e di promozione del territorio».

In Primo Piano
Carabinieri

Con la moglie incinta al volante insegue una coppia in auto e spara colpi di fucile: arrestato per tentato omicidio 39enne di Sardara

Le nostre iniziative