La Nuova Sardegna

Olbia

superenalotto

Ancora senza esito la caccia a Mister Ventuno milioni

OLBIA. Il fondato sospetto che a vincere possa essere stato “uno di loro” eccita la fantasia degli abitanti della zona di via Roma e in particolare dei clienti della tabaccheria di Antonello Selloni...

27 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Il fondato sospetto che a vincere possa essere stato “uno di loro” eccita la fantasia degli abitanti della zona di via Roma e in particolare dei clienti della tabaccheria di Antonello Selloni nella quale sabato sera è stata giocata la schedina del Superenalotto che ha centrato il “sei” da quasi 21 milioni di euro. Prosegue la caccia all’anonimo vincitore, che con ogni probabilità si concluderà con un nulla di fatto, come sempre accade in questi casi. L’evento occorso all’anonimo scommettitore è infatti di quelli capaci di cambiare radicalmente la vita di una persona e di solito i superfortunati hanno l’accortezza di affidare a professionisti (notai, avvocati) la gestione della clamorosa vincita, evitando di apparire in qualsiasi modo per poi godersi ciò che la sorte ha deciso per loro.

Nella tabaccheria di Selloni tutti si cimentano nel tentativo di immaginare e le voci si rincorrono, ma nessuno è sicuro di nulla: «Se dovessi dare retta a queste teorie non ci sarebbero uno ma dieci vincitori – dice il gestore –. In realtà non è semplice capire chi possa essere stato. Io, poi, non posso state attento a ricordare le facce di chi fa ogni giocata del Superenalotto (120-150 ogni volta), per non parlare di quelle degli altri giochi: uscirei fuori di testa». (apal)

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative