La Nuova Sardegna

Olbia

porto cervo

Nel week-end borgo blindato per il sì dei ricchi libanesi

Nel week-end borgo blindato per il sì dei ricchi libanesi

PORTO CERVO. Conto alla rovescia per il matrimonio di una ricca coppia libanese nella chiesa di Stella Maris. Nozze da 5 milioni di euro che mobiliteranno anche un massiccio servizio d’ordine. I 500...

28 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





PORTO CERVO. Conto alla rovescia per il matrimonio di una ricca coppia libanese nella chiesa di Stella Maris. Nozze da 5 milioni di euro che mobiliteranno anche un massiccio servizio d’ordine. I 500 invitati arriveranno nella chiesa a bordo di auto a noleggio, vetri oscurati per tutelare la privacy. L’ingresso verso la chiesetta bianca sarà presidiato dai bodyguard. La auto entreranno, faranno scendere gli ospiti e andranno via. I pannelli sistemati ai lati dell’ingresso nell’edificio sacro renderanno difficile la vita ai fotografi. Tra gli ospiti ci sarà Tom Barrack, grande amico dello sposo. Con lui il gotha dell’alta finanzna mondiale. Quasi ultimato anche il maxi-palco sulla spiaggia di Romazzino, finito nel mirino della polizia locale nei giorni scorsi. Sotto accusa non la struttura, il palco e le tribune, regolarmente autorizzate in conferenza di servizi. Ma l’utilizzo di alcuni muletti. La loro presenza era stata segnalata alla polizia locale. Gli agenti guidati dal comandante Gianni Serra hanno fatto un sopralluogo, fotografato i solchi causati dal passaggio dei mezzi meccanici e inviato tutto il materiale alla Procura della Repubblica di Tempio.

In Primo Piano

Video

Olbia, la città saluta Gabriele Pattitoni: in migliaia al funerale del 17enne morto dopo un incidente

L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative