Anche a Olbia la protesta dei lavoratori dell'Auchan

Il sit in dei lavoratori dell'Auchan

La manifestazione promossa dai sindacati confederali contro il programma di licenziamenti nei centri commerciali

OLBIA. Anche a Olbia, come negli altri punti vendita della Sardegna, si è svolto il sit in dei lavoratori dell'Auchan. I dipendenti con il sostegno dei sindacati confederali protestano contro il programma di licenziamenti varato dall'azienda francese oltre che contro la sua decisione unilaterale di cancellare il contratto integrativo aziendale. Per ora a essere colpiti sono i centri commerciali di Cagliari, dove sono previsti 17 licenziamenti e Sassari, con 36 esuberi. Olbia  non è stata colpita dalla mannaia, anche se lo scorso anno 12 lavoratori avevano accettato la mobilità. "Con 49 punti vendita sul territorio nazionale e 11400 dipendenti _ sottolineano Giusi Pittali della Filcams Cgil ed Eleonora Careddu della Cisl _ l'Auchan ha deciso di affrontare la grave crisi scaricando il costo sui lavoratori. A Olbia non si può certo stare tranquilli. Per ora i licenziamenti non sono stati annunciati, ma temiamo che questo presto avvenga anche qui". Circa un terzo dei dipendenti Auchan ha partecipato alla protesta. Qualche momento di tensione a causa dell'intervento della sicurezza dell'Auchan che ha costretto i lavoratori a spostare la manifestazione all'esterno del centro commerciale.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes