Il Vespucci come una star in fila per salire a bordo

La Maddalena, l’arrivo della nave scuola della Marina alla banchina Zonza Per tutta la giornata si potrà visitare il veliero che domani ripartirà per La Spezia

LA MADDALENA. Atteso come una star. Gli obiettivi dei fotografi e degli amatori hanno accompagnato il suo viaggio verso La Maddalena con centinaia di foto sulla rete. Non appena il veliero della Marina militare ha cominciato a navigare vicino alla costa sarda, le sue immagini hanno riempito i social. Poi l’ingresso nel porto dell’isola. Maestosa, di una bellezza che toglie il fiato, la nave ha attraccato alla banchina Zonza con centinaia di persone in attesa. Il Vespucci, 101 di metri di eleganza datata 1931, è ritornato alla Maddalena dopo 43 anni di assenza. Un dono speciale che la Marina, da sempre legata all’isola, ha voluto fare alla comunità nell’anno in cui celebra i 250 anni dalla fondazione.

Questa mattina il gioiello navale potrà essere ammirato anche dall’interno. Le visite a bordo saranno aperte oggi dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17.30. Alle 11 conferenza stampa riservata ai giornalisti durante la quale il comandante del veliero Vespucci, Roberto Recchia, illustrerà la nave e le attività che l’hanno vista protagonista in questi mesi. Alle 10, alla banchina Zonza, brindisi di benvenuto al quale il sindaco ha invitato a partecipare tutti i sindaci della Gallura.

Ieri sera il comandante Recchia è andato in municipio per porgere il saluto al sindaco Luca Montella. Il tappeto rosso ha segnato il percorso verso la stanza del primo cittadino. «Una grande emozione per la nostra comunità vedere la nave Vespucci entrare in porto – ha commentato Montella –. Un momento di gioia e di grande onore per tutti noi ricevere questa visita in un anno così speciale per l’isola. L’ennesima conferma dello stretto legame che c’è sempre stato e che dura nel tempo tra La Maddalena e la Marina militare italiana». 270 i militari a bordo tra uomini e donne. Nel periodo estivo la nave imbarca gli allievi volontari in ferma prefissata prima, e successivamente i cadetti dell’Accademia navale per la consueta campagna di istruzione. La nave scuola Amerigo Vespucci è anche ambasciatrice dell’Unicef dal settembre 2007.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes