Murta Maria, mezza frazione al buio. La protesta del comitato

OLBIA. La frazione di Murta Maria continua ad allungare la sua personale serie di problemi. L’ultimo riguarda l’illuminazione pubblica. Al momento mezza frazione risulta al buio. La torre faro della...

OLBIA. La frazione di Murta Maria continua ad allungare la sua personale serie di problemi. L’ultimo riguarda l’illuminazione pubblica. Al momento mezza frazione risulta al buio. La torre faro della rotatoria della via principale della frazione è spenta da circa un mese. «Qui la sera e la notte non si vede nulla – spiega Corrado Varrucciu, il presidente del comitato di frazione –. È una situazione che genera un certo pericolo per gli automobilisti e per i pedoni. Non si può continuare ad andare avanti così». Stesso discorso nella rotatoria di Spiritu Santu, poco prima dell’ingresso della frazione. Qui i faretti posizionati sull’asfalto sono spenti, mentre la torre faro non è stata mai accesa. Problemi anche in via dello Zenzero, dove una decina di giorni fa i lampioni hanno improvvisamente smesso di funzionare. «Io vivo qui e la sera abbiamo paura – spiega Nadia Cecconi, una residente –. Non si vede assolutamente nulla. Tutto questo è pericoloso». Illuminazione pubblica a parte, il comitato di frazione punta il dito anche contro lo stato del piccolo corso d’acqua che sfocia nello stagno alle spalle della spiaggia di Marina Maria. Il letto del fiumiciattolo risulta infatti totalmente coperto da una fitta vegetazione. (d.b.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes