Rimborsi del sindaco, è polemica

Palau, la minoranza accusa: «Scorretto far pagare viaggi e cene ai cittadini»

PALAU. Replica del gruppo di minoranza consiliare “Obiettivo Palau” alle dichiarazioni del primo cittadino sulle giustificazioni dei rimborsi per le missioni istituzionali. Al centro della querelle uno scontrino legato a una due giorni di incontri con gli assessorati regionali a Cagliari di tre amministratori, nel quale erano stati addebitati anche i costi per ostriche e bottiglie di vino da 30 euro. Il sindaco Franco Manna aveva spiegato che il Comune non avrebbe rimborsato l’intero costo di 220 euro, ma 132, pari a 44 euro per ciascun amministratore. E che le quote di rimborso missione sono definite dalla legge: 184 euro al giorno, compreso il pernottamento. «Il sindaco tenta maldestramente di giustificare ciò che eticamente e moralmente è indifendibile – afferma la capogruppo di minoranza Paola Pischedda –. Manna ha richiesto il rimborso dell'intera ricevuta fiscale di 220 euro, è stato il responsabile dell'ufficio ragioneria a ridurre l'importo. Certo è che in passato nessuna amministrazione comunale palaese aveva richiesto così tanti rimborsi». La capogruppo sottolinea che il Comune è dotato di auto. «Pertanto il primo cittadino non è costretto a viaggiare con un mezzo proprio – dice la Pischedda –. Ma c'è di più. Il sindaco e i consiglieri comunali da oggi sino al 14 dicembre saranno prima a Milano poi a Roma per incontrare “i proprietari/consorziati della ville di Punta Sardegna”. È evidente che la missione non si può qualificare come istituzionale, costerà 3.500 euro, a carico dei palaesi. Riteniamo che l'impegno di spesa sia ingiustificato, la riunione si sarebbe potuta svolgere a Palau, in Comune, e quindi a costo zero per l’ente. Il ruolo della minoranza è in primo luogo di controllo dell'attività della maggioranza, Manna se ne dovrà fare una ragione. Confonde il nostro dovere di etica politica con la rabbia post elettorale, non è un sentimento che ci appartiene. Ha ridotto i Consigli a una sterile lettura delle proposte di delibera, non abbiamo mai sentito la voce di un consigliere di maggioranza.» . (w.b.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes