Luogosanto, caccia grossa per l’83enne zio Luigino

Il decano delle doppiette ha centrato un cinghiale al primo colpo

LUOGOSANTO. Domenica scorsa la compagnia di caccia “Lu Nuracu” che opera nel comune di Luogosanto e a Bassacutena, capeggiata dal presidente della riserva autogestita, Giovanni Maria Bulciolu, ha festeggiato allegramente con il più anziano della compagnia che alla veneranda età di 83 anni con un solo colpo a palla ha centrato un bel cinghiale. L’arzillo cacciatore si chiama Luigi Brandano, è nato nel lontano 1937, ed è conosciuto da tutti come “zio Luigino”. Come accade per ogni battuta di caccia, al momento della foto di rito c’è spesso zio Luigino ritratto in posa con la sua ultima preda appena abbattuta. Da infaticabile cacciatore ed esperto dei luoghi, l'anziano cacciatorenon si tira mai indietro nell’individuare le tracce dei cinghiali per trascorrere una bella giornata di caccia assieme al resto della compagnia che lo vede come un maestro. «Tutti noi - dicono i cacciatori della compagnia di caccia "Lu Naracu" – gli auguriamo sempre un bel a chent'annos, sempre sano e arzillo". (s.d.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes