Olbia, ok al Piano Mancini: parere positivo dell'Ufficio tutela del paesaggio

Il consigliere regionale Li Gioi, M5S: "Adesso si acceleri per portare in Giunta il progetto per la messa in sicurezza della città"

OLBIA. Ok dell'Ufficio tutela del paesaggio al Piano Mancini. "Il parere positivo spiana finalmente la strada all’avvio delle opere di mitigazione del rischio idraulico della città di Olbia: il parere che attendevamo è stato rilasciato il 23 aprile scorso ed è positivo. Una notizia che riaccende la speranza, ma che non deve farci abbassare la guardia". Il commento è quello del consigliere regionale del M5S, Roberto Li Gioi.

"Adesso occorre accelerare il più possibile per quanto concerne l’individuazione degli ultimi dettagli ancora mancanti affinché il provvedimento venga portato in Giunta dall’assessore all’Ambiente entro giugno. Termine entro il quale, se i termini non venissero rispettati, Olbia perderebbe i finanziamenti destinati alla messa in sicurezza, in quanto i 125 milioni di euro stanziati dal Governo sono vincolati a progetti immediatamente cantierabili entro il mese di gennaio 2021. L’inerzia della Regione potrebbe far sì che i fondi siano destinati ad altre opere ugualmente importanti e urgenti in altre regioni d’Italia. Per questo è fondamentale fare presto”.

Li Gioi cinque giorni fa ha presentato richiesta di accesso agli atti per poter visionare con la massima urgenza la copia di tutti i pareri rilasciati dal Servizio Tutela del paesaggio e vigilanza, competente nell’ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale delle opere di mitigazione del rischio idraulico del Comune di Olbia. "Una richiesta avanzata dopo essere venuto a conoscenza di indiscrezioni che lasciavano presagire la bocciatura del progetto. L’ultimo nodo rimasto ancora da sciogliere prima dell’approvazione – prosegue Li Gioi – riguarda l’individuazione dei siti di stoccaggio del materiale di risulta, poiché i terreni precedentemente individuati attualmente non sarebbero più disponibili. Pertanto, possiamo dire che il procedimento è in dirittura d’arrivo ma non è del tutto terminato. Spetta ora all’assessore ai Lavori Pubblici, in qualità di soggetto attuatore, attivarsi affinché i siti di stoccaggio siano individuati nel più breve tempo possibile. Un passaggio fondamentale in mancanza del quale il procedimento non potrà essere discusso dalla Giunta per l’eventuale approvazione definitiva”.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes