Fase 3, a Olbia riecco i low cost internazionali ed è boom di prenotazioni

La compagnia Eurowings ha raddoppiato in un'ora i voli da Monaco per la quantità di richieste

OLBIA. Se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione turistica sarda può ancora svoltare. Oggi 25 giugno doveva essere il giorno del primo volo internazionale in regime low cost diretto nell'isola dopo il lockdown e la chiusura delle frontiere aeree per questioni di sicurezza sanitaria. Per l'esattezza, alle 17.05 sarebbe dovuto atterrare sulla nuovissima pista del «Costa Smeralda» di Olbia, sottoposto a un profondo restyling poco prima dello stop a tutti i voli, un Airbus A320 della compagnia Eurowings proveniente da Monaco di Baviera. La buona notizia è non solo che l'aereo è effettivamente arrivato, toccando il suolo alle 17.59 con un carico di 116 passeggeri che di fatto inaugureranno la stagione turistica isolana dopo i primi assaggi di queste settimane attraverso la rete dei voli domestici e di quelli in regime di continuità territoriale, ma la richiesta è stata così alta che il vettore ha dovuto programmare e far partire dalla Germania un secondo aereo, con altri 119 passeggeri a bordo, che hanno raggiunto la Sardegna dopo tre quarti d'ora dagli apripista. Decisamente un buon auspicio alla vigilia dei primi voli internazionali programmati sui tre scali sardi a partire dai prossimi giorni.

A Olbia, dove la chiusura è durata quattro mesi proprio perché non c'è stata soluzione di continuità tra i lavori di rifacimento della pista e il lockdown aeroportuale, aleggia un certo ottimismo in vista di una stagione che, dopo una attenta rimodulazione, sarà presentata nei prossimi giorni.

Dopo Monaco, domani sarà la volta di Dusseldorf e domenica 28 giugno toccherà ad Amburgo, sempre con Eurowings, low cost di Lufthansa. Sabato Condor inaugurerà il collegamento con Hannover, mentre a inizio luglio Volotea avvia i collegamenti nazionali con Bologna, Ancona e Pisa, previsti dal 3 luglio, più Trieste e Pescara, novità in programma dal 6 luglio. Buone notizie anche per la continuità territoriale: i collegamenti quotidiani di Alitalia tra Olbia e Roma passeranno da quattro a otto sino a fine agosto, per tornare a sei in settembre. Da Olbia a Milano si passa da sei voli giornalieri ai dieci di luglio e agosto, che torneranno sei in settembre. La presenza di Volotea e una così importante rete di collegamenti nazionali sarà decisiva per cercare di recuperare da qui a ottobre almeno una parte dei turisti persi sin qui. Idem per la massiccia presenza di easyJet, che collegherà la Gallura a Malpensa per 23 volte a settimana e assicurerà alla Geasar tratte da Amsterdam, Basilea, Berlino, Bordeaux, Bristol, Ginevra, Lione, Londra Gatwick e Londra Luton, Manchester, Nantes, Nizza, Parigi Charles de Gaulle e Orly, ma anche Napoli e Venezia. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes