Liceo scientifico, ecco le aule al Delta center

Carzedda (Provincia): «A breve un nuovo plesso per l’Artistico e sei classi per il Gramsci»

OLBIA. Sarà curioso vedere gli alunni zaino in spalla affollare la zona industriale, regno dei “grandi”. Seduti tra i tavolini del bar di primo mattino, chi attenderà come sempre l’inizio del turno di lavoro in ufficio o in cantiere e chi, da ora, il suono della campanella. A pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico, la nuova succursale del liceo scientifico Lorenzo Mossa al Delta Center è stata inaugurata. Coperti dalle mascherine, molti sorrisi hanno accompagnato l’apertura della sede distaccata di via Capoverde. Dopo la benedizione di don Satta, parroco di San Paolo, è il sub commissario della Provincia di Sassari per la Gallura Pietro Carzedda a fornire i numeri della struttura scolastica, realizzata – evidenzia – «in soli 120 giorni»: «Ospiterà dieci aule, che nel giro di altri 60 giorni diventeranno 12. Aule da 50-60 metri quadri. Sono presenti i bagni degli alunni, i bagni dei docenti, per i disabili, la bidelleria e uno spazio comune». Quindi, la consegna delle chiavi simboliche al dirigente scolastico, Luigi Antolini, che ringrazia. «Spero – aggiunge – che sia lo stimolo per riprendere in mano la tematica urgentissima, e lo dico a nome di tutta la scuola secondaria di Olbia, della progettualità dell’edilizia scolastica».

Scuole piene. Il sovraffollamento dello Scientifico è noto da tempo. «Abbiamo cercato, tramite bandi, locali in città e vicini al Mossa – spiega l’assessore comunale all’Istruzione Sabrina Serra – ma sono andati deserti. Non vi erano spazi grandi e adeguati per nuove aule». La scelta è così caduta sul terzo piano del Delta Center. «Con lo sforzo dell’Aspo per potenziare i collegamenti, ci saranno tutti i servizi necessari», rassicura Serra. La carenza di spazio e l’aumento di iscrizioni è la dicotomia con cui si stanno scontrando altri istituti. Servono ulteriori ampliamenti. Carzedda stila il programma: «A breve inaugureremo un nuovo plesso del liceo artistico. Per il Gramsci abbiamo individuato sei nuove classi, e presto inizieremo i lavori. A giorni incasseremo 6 milioni come zona omogenea di Olbia-Tempio per “Iscola”, che useremo per realizzare un nuovo istituto per l’Ipia».

Viaggio premio. «Chi apre la porta di una scuola chiude una prigione» commenta, citando Victor Hugo, Gavino Murrighile, l’imprenditore proprietario del Delta Center, che ha creduto nel progetto della succursale del Mossa. Non solo: «Quest’anno il Delta offrirà l’opportunità di una vacanza-studio a New York all’allievo più meritevole. Metto a disposizione i biglietti e mi aspetto che il merito domini su ogni ragionamento».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes