Giardiniere folgorato a Porto Rotondo, tra i 5 indagati il conte Luigi Donà dalle Rose

Si allarga l’inchiesta della Procura sulla morte dell’operaio nella villa

OLBIA. Si allarga l’inchiesta della Procura di Tempio sulla morte di Flavio Pellegrino, il giardiniere 61enne, olbiese, folgorato mentre svolgeva lavori di manutenzione nella villa del conte Luigi Donà dalle Rose, a Porto Rotondo, il 31 agosto scorso. Gli indagati – inizialmente due – sono saliti a cinque. Oltre al titolare dell’impresa “Il pollice verde” che svolgeva i lavori nella villa, e a Leonardo Donà dalle Rose, titolare dell’abitazione e figlio del conte Luigi, sono indagati lo stesso conte, fondatore di Porto Rotondo, e i responsabili di due ditte, che avevano eseguito lavori ai collegamenti elettrici e all’elettropompa.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes