Droga e fucile in casa: resta in carcere uno dei fratelli Molinas

TEMPIO. Resta in carcere Walter Molinas, 50 anni, residente a Berchiddeddu, frazione di Olbia, mentre suo fratello Andrea, 71 anni è stato rimesso in libertà. La decisione del gip Marco Contu è...

TEMPIO. Resta in carcere Walter Molinas, 50 anni, residente a Berchiddeddu, frazione di Olbia, mentre suo fratello Andrea, 71 anni è stato rimesso in libertà. La decisione del gip Marco Contu è arrivata al termine dell’udienza di convalida degli arresti. I due fratelli, difesi dagli avvocati Giampaolo Murrighile e Domenico Putzolu, erano stati arrestati dai carabinieri insieme ad una terza persona, Giuseppe Solinas, 51 anni, di Tempio, difeso dall’avvocato Mario Perticarà, durante un’operazione che ha portato al sequestro di droga ritrovata nell’auto di Solinas e nell’abitazione di Walter Molinas e di un fucile ritrovato dai militari nella casa del fratello 71enne. Walter Molinas si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre il fratello ha spiegato che il fucile conservato nel ripostiglio non era frutto di ricettazione, così come contestato, ma era un vecchio fucile inutilizzato lasciato dai suoi familiari. Il terzo arrestato ha scelto di essere processato con rito abbreviato.

L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Reparto territoriale di Olbia e dai colleghi della compagnia di Tempio. A Giuseppe Solinas erano stati sequestrati un chilo di marijuana e 10 grammi di cocaina che aveva in macchina, mentre durante la perquisizione nell’abitazione di Walter Molinas i militari avevano sequestrato 700 grammi di cocaina suddivisa in 4 pacchi, 22 grammi di marijuana, 4 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento. (t.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes