Boom di contagi ad Alà, ora sono 58

Peggiora la situazione in alta Gallura e Monte Acuto. Solo 4 i paesi Covid free

ALÀ DEI SARDI. Peggiora la situazione in alcuni paese dell'Alta Gallura e del Monte Acuto per quanto riguarda i contagi da Covid e le quarantene. Il centro più colpito attualmente è Alà dei Sardi dove si contano 58 positivi e diverse quarantene. «Altro boom di contagi in paese, altri 11 per un totale di 58 persone risultate positive in pochissimi giorni. Il quadro della situazione è sempre più grave - dice il sindaco Francesco Ledda -. Bisogna continuare a rispettare le norme essenziali, come il distanziamento sociale, l’uso della mascherina e l’igiene frequente delle mani, ma soprattutto tutte le regole della zona rossa se non vogliamo che il nostro paese ci resti per un mese. Limitiamo gli spostamenti all’essenziale ed evitiamo di andare in altre abitazioni se non c’è necessità, altrimenti non ne usciamo più da questa situazione». A Tempio, invece, i positivi sono 24 di cui 3 con variante inglese. «A questo proposito è doveroso precisare che solo per un errore nel caricamento dei dati in piattaforma, è stato indicato un caso di variante nigeriana mentre si trattava di variante inglese - spiega il primo cittadino Giannetto Addis -: rispettiamo tutti le regole ancora per uscirne presto». In forte aumento anche il numero delle quarantene in città: 76 i soggetti sottoposti a questa misura di osservazione obbligatoria.

I positivi a Sant’Antonio di Gallura sono invece 11. I contatti sono tracciati e oggi effettueranno i tamponi. Le lezioni della classe terza della primaria si terranno a distanza fino a giovedì 22 aprile. Negli altri paesi si segnalano 4 positivi a Luras e ad Aggius (dove ci sono anche 2 casi non ancora confermati, mentre le quarantene salgono a 11). Tre positivi a Badesi e a Buddusò dove, nei giorni scorsi, è stata disposta la sospensione delle attività in presenza per una classe quinta delle elementari per la positività di una docente. «Voglio tranquillizzare la comunità in quanto la situazione sia in paese che nell’istituto rimane sotto controllo e chiedo a tutti la massima collaborazione nel rispettare le regole ed evitare il creare inutili allarmismi che graverebbero sulla comunità già duramente provata dalle criticità a tutti note», afferma il sindaco Massimo Satta.

Sono invece due i casi ufficiali ad Aglientu e ad Oschiri. Rimangono paesi covid-free Bortigiadas, Trinità d'Agultu e Vignola, Luogosanto e Berchidda.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes